Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Latest

Esagramma 20 – La Contemplazione (Guardare da lontano)

Il Vento sta sopra la Terra. Il vento penetra dovunque, e vede ciò che accade sulla terra sottostante. Le linee hexagram 20 - the watchtoweryin salgono di nuovo sospingendo il principio chiaro in alto, e lo guardano, mentre le due yang nel posto di preminenza, osservano quelle in basso. La struttura ricorda le torri di guardia, da cui si sorvegliavano i dintorni e su cui si era visti. Guardare ed essere guardati è dunque il senso dell’esagramma. I deboli guardano i forti con fiducia, sperando di essere  beneficiati con consigli e istruzioni, mentre le linee yang le osservano per decidere il da farsi. Il segno intrinseco Monte, Immobilità, simboleggia le mani e anche un palazzo, da cui l’idea delle mani pulite e di un palazzo dalle porte chiuse.  La situazione complessiva è di qualcuno che guarda verso gli altri, più forti, e aspetta un beneficio. Il forte vuole corrispondere e si appresta a farlo ma non completamente, in quanto vi è un blocco che lo impedisce. Si aspettano risposte e buone nuove che stanno per arrivare,  anche se non saranno quelle conclusive.

Sentenza

La contemplazione. L’abluzione è avvenuta, ma l’offerta non ancora. Fiduciosi innalzano lo sguardo a lui. Si guarda verso qualcuno, che a sua volta ci guarda. Si stabilisce un contatto che purifica ciò che era guasto e rinnova l’interesse reciproco.  E’ il momento in cui quello che si è fatto ha prodotto un risultato, manca però la conclusione e il compimento dell’impresa. Questa è solo una prima parte e altro non viene ancora offerto. Si spera con fiducia che questa offerta arrivi, così come le linee yin rivolgendo lo sguardo al principio yang, in alto, sono fiduciose. Una prima parte dell’impresa si compie, ma  anche se manca il coronamento, si pone rimedio a un errore.

L’Immagine  Il vento soffia sulla terra: l’immagine della contemplazione. Allo stesso modo gli antichi re visitavano le varie regioni, guardavano  il popolo e dispensavano istruzioni. Il vento che penetra dappertutto arriva sulla terra e la svela. Il vento è paragonato agli antichi re che viaggiavano su tutto il loro territorio, vedevano le condizioni dei più deboli e poi davano ordini e provvedimenti per migliorare le loro condizioni. Nella vita di tutti i giorni un personaggio importante si mette in contatto con noi portando buone notizie.

Linee di Mutazione:

1- Contemplazione puerile. Per un uomo meschino nessuna macchia. Per un nobile vergogna. La linea simboleggia un ragazzino inesperto che si aggira inconcludente e si comporta in modo inadatto per ottenere ciò che desidera. Egli non ha i mezzi e le capacità per poter avanzare, ma l’altro che invece potrebbe agire ugualmente non prende iniziative, comportandosi in modo vergognoso.   Muta in 42 Accrescimento.

2- Contemplazione attraverso lo spiraglio di una porta. Propizia è la perseveranza di una donna. Un legame ostacolato, e che si intravede solo da lontano. Bisogna avere pazienza e qualcosa accadrà con il tempo. Muta in 59 Dispersione

3- La contemplazione della mia vita decide tra progresso e regresso. E’ il posto di transizione, in cui andando avanti ci sono difficoltà e tornando indietro ci si allontana dal traguardo. La situazione è incerta in entrambi i casi. Muta in 53- Progresso graduale

4-Contemplazione della luce dell’impero. Propizio operare come ospite di un re. Si è finalmente più vicini alle linee forti, e c’è contatto con chi si desidera avvicinare. Muta in 12 Ristagno

5 – Contemplazione della mia vita. Il nobile è senza macchia. Si è in una situazione in cui ciò che si è fatto viene visto e soppesato, per valutarne il senso e gli effetti. Muta in 23 Sgretolamento

6- Contemplazione della sua vita. Il nobile è senza macchia. Isolata dalle linee yin, la forte linea yang non può contemplarle, quindi non gli resta che contemplare se stesso. E’ una situazione in cui anche se si volesse fare qualcosa ci sono troppe difficoltà. Vi è comunque desiderio  di uno sviluppo. Muta in 8- Solidarietà

 

Esagramma 45 – Raccolta (Eventi imprevedibili)

esagramma-45-raccoltaL’acqua si è raccolta sulla terra, formando un lago.  La natura dell’acqua è doppia essendo portatrice di vita ma anche di pericoli. Da qui l’idea dell’estrema imprevedibilità della situazione e di inattesi sviluppi, che potrebbero essere sia positivi che negativi. Vi è qui  l’accenno alla figura del Grande Uomo a cui rivolgersi, figura che compare sempre in IChing quando il karma, o l’inconscio, hanno ancora in serbo parecchi elementi sconosciuti ancora immaturi e al di là della nostra comprensione. La Terra accoglie l’acqua in sé in ogni caso, nella sua naturale recettività, seguendo gli eventi nel loro svolgersi. Nel mondo umano ci si dispone ad accogliere gli eventi che man mano sorgono, cercando sempre di viverli in modo che diano frutto. L’esagramma predice  il successo,  anche se occorre fare attenzione: hanno qui modo di agire parecchie linee oscure, tenute sotto controllo dalle due linee chiare in posti preminenti: difficoltà persistenti ma non distruttive, che di volta in volta si dovrà affrontare e mediare. Ora la situazione è per sua natura  volta a costruire le basi di una futura riuscita, a breve o lungo termine che sia.

Sentenza

Raccolta. Riuscita. Il re  si avvicina al suo tempio. Propizio è vedere il grande uomo. Ciò reca riuscita. Propizia è perseveranza. Offrire grandi sacrifici reca salute. Propizio è imprendere qualche cosa.               Ci si avvicina al conseguimento di un importante risultato. Vi sono molti aspetti nella situazione di cui dobbiamo ancora capire e sperimentare la natura; tali avvenimenti possono essere compresi solo man mano che emergono, interpretandoli con saggezza e discernimento. Così vi è riuscita. Non scoraggiarsi e non tirarsi indietro in questa fase, in cui solo compiendo grandi cose si costruiscono le basi di un futuro sviluppo.

Immagine Il Lago è al di sopra della Terra: l’immagine della raccolta. Così il nobile prepara le sue armi per fronteggiare gli imprevisti. L’acqua del lago si è raccolta in una  cavità del terreno.  L’acqua è mobile e indefinita nei suoi aspetti negativi, e come tale imprevedibile; nel mondo umano straripamento e siccità sono i pericoli imprevisti da cui guardarsi sempre. Si affrontano dunque fatti incerti e sconosciuti prima di risolvere l’evento in questione. Bisogna armarsi, prepararsi a una serie di fatti a venire attualmente non ancora in vista e di cui nulla ancora sappiamo.

Linee di Mutazione

1- Se sei verace, ma non sino alla fine, ora vi è scompiglio, ora la raccolta. Se chiami, una mano amica porterà gioia. Non preoccuparti. Procedi.  Quando si comincia qualcosa è difficile essere coerenti fino in fondo, perciò si commettono errori e si hanno ripensamenti; ma la linea è yin e deve procedere verso il chiaro, l’amico alla quarta linea che la attende. Data la sua presenza, essa deve mettersi in marcia, malgrado le incertezze e le preoccupazioni dell’impresa. Alla fine vi sarà possibilità di unirsi e connettersi con l’altro, persona o situazione, a cui si tende.  Muta in 17, Il Seguire.

2-  Lasciarsi tirare reca salute e si rimane senza macchia. Se sei verace è bene compiere un sacrificio. Quando si è indecisi si deve  sempre seguire ciò che ci è affine, anche se comporta cedere qualcosa per ottenerlo. Muta in 47 Esaurimento.

3- Raccolta con sospiri. Nulla che sia propizio. Andare è senza macchia, piccola umiliazione. La transizione tra volontà di seguire e le acque sfuggenti del lago determina una situazione di faticosa attesa.  Non ci si è ancora uniti al proprio simile e si tende sempre ad esso. Si deve sopportare una situazione difficile, cercando di adattarsi; questo atteggiamento porta umiliazioni e profondo disagio ma è un passo che purtroppo va compiuto.  Muta in 31- La Stimolazione

4- Grande salute! Nessuna macchia. La linea yin si riunisce finalmente con l’amico del quarto posto.  Chiarezza, sincerità nel dirsi e generosità nel darsi conducono finalmente a unione.  Muta in 8- Solidarietà

5- Se nel raccogliere si possiede la posizione necessaria non c’è nessuna macchia; se alcuni tentennano vi è bisogno di sublime perseveranza. Pentimento svanisce. Si è indecisi se andare o restare, prendere o lasciare. In realtà si ha la forza di restare e gestire bene la situazione, anche se di questo non ci si sente molto convinti. Essendoci altri coinvolti, bisogna anche tener conto che si tentenna anche da parte loro. In questa situazione l’unione resta tale solo se almeno uno dei due mostra perseveranza e pazienza. Se lo si fa, allora non vi saranno cause di futuro rammarico.  Muta in 16- Il Fervore

6- Lamenti e sospiri, lacrime a fiumi. Nessuna macchia. La linea yin è fuori dall’influenza yang e tende ad allontanarsi. La sua natura di seguire è mutata. Si interrompe il contatto, si resta da soli a rimpiangere l’unione e l’occasione mancata. Muta in 12- Ristagno.

 

Esagramma 10 – Procedere

 

untitled (57)

Il Cielo sul Lago. Una linea yin procede tremante e spaventata in mezzo alle linee forti. Il suo andare è rischioso, mette alla prova la sua volontà: come può affrontare il grande sforzo che richiede l’impresa? Essa è debole ma volenterosa, purtroppo spesso non ha la chiarezza necessaria per procedere senza farsi male e di comprendere le difficoltà  che comporta l’impresa. Man mano che procede, però, essa comprende che dalle cose pericolose e troppo impegnative è bene tenersi a giusta distanza, e – attraverso delle giuste scelte – alla fine ha successo. Il Lago simbolizza parole e discorsi che vengono utilizzati al fine di chiarire e risolvere con successo la situazione. Si è in qualcosa di difficile ma che con le buone maniere e la giusta scelta si risolve appena in tempo.

Sentenza

Procedere sulla coda della tigre. Se essa non morde l’uomo, riuscita.

Ci si avventura in qualcosa di molto impegnativo, di pericoloso e forte che ci coinvolge profondamente. Bisogna dargli il giusto peso, rinunciare a ciò che è al di là delle nostre forze e vi è riuscita. La riuscita sta nel  definire il ruolo  di persone e cose per noi e di scegliere ciò che è veramente utile ed importante.

Immagine

Sopra il cielo, sotto il lago: l’immagine del procedere. Così il nobile distingue superiore e inferiore e consolida i sentimenti del popolo.

Il lago, con la sua innocenza vuole salire al cielo che è forte e chiaro. E’ un’impresa difficile, perchè il lago è la cosa più bassa e il suo cammino per raggiungere l’obiettivo richiede forza e chiarezza. Se si distingue tra ciò che è basso, non destinato ad evolversi ed è da abbandonare – e ciò che è alto cioè costruttivo e va coltivato, ogni difficoltà si risolve. In questo modo tutte le persone coinvolte sono contente perchè trovano il proprio ruolo nell’economia della situazione.

 Linee

1-  Procedere semplice. Progredire senza macchia. All’inizio di ogni cosa si procede con semplicità e si è da soli. Non forzare le cose a un cambiamento – continuare così non è un danno. Muta in 6 Lite

2- Procedere sulla via semplice, piana. La persevaranza di un uomo oscuro reca salute. Agite senza farvi troppe complicazioni, con sincerità e senza forzature. Siate semplici e sinceri. C’è qualcuno che continua a starvi vicino, i suoi scopi non sono del tutto chiari, ma vi permette di svolgere meglio il compito, dandovi manforte.  Muta in 25 Innocenza

3- Un orbo sa vedere, uno sciancato sa procedere. Egli procede sulla coda di una tigre. Questa morde l’uomo. Sciagura! Si è troppo sicuri di sé, si crede di sapere e di avere la capacità per gestire la situazione. Ma non è così, ci stiamo spingendo oltre le nostre forze e ne affrontiamo le spiacevoli conseguenze. Qui non bastano le buone intenzioni, quando manca la forza di mettere in atto ciò che si vuole. Muta in 1 Creativo

4- Egli procede sulla coda della tigre. Prudenza e circospezione conducono infine alla salute. La situazione è difficile. Con molta attenzione bisogna agire, senza esagerare nel voler dire o fare troppo. Senza strafare si ha uno sviluppo positivo. Muta in 61 Verità Interiore

5- Procedere deciso. Perseveranza con coscienza del pericolo. E’ il momento di agire con decisione. C’è sempre il pericolo che la situazione ci sfugga di mano ma dobbiamo e possiamo  andare avanti. Muta in 38 Contrapposizione

6- Guarda il tuo procedere ed esamina i segni favorevoli. Se tutto è compiuto viene sublime salute. E’ infine  giunto il momento di osservare dove sei arrivato: ci sono i frutti? Controlla se hai lasciato ancora in sospeso qualcosa e  metti a posto ogni dubbio.  Se non c’è nient’altro da fare l’impresa è compiuta perfettamente. Muta in 58 Serenità.

Richieste

Carissimi lettori dello SpecchiodiEva, mi avete scritto le vostre e mail in tanti e come sapete, forse, già normalmente non sono velocissima nel rispondere. Quando mi scrivete di aiutarvi ad interpretare una lettura, so bene che entrambi ci assumiamo delle responsabilità. Io mi assumo la responsabilità di darvi consigli e di comunicarvi cose che forse non volete o potete affrontare. Voi vi assumete la responsabilità, molto pesante, di dovere venire a patti con il responso da cui, che lo vogliate o no, resterete influenzati. La miglior cosa, secondo me, è che leggiate voi stessi e tiriate le vostre conclusioni. Credo che questo faciliti a tutti il cammino. Grazie a tutti per le belle cose che scrivete, e grazie per i complimenti. No, non ho secondi fini. Perché lo faccio? Per il bene di tutti gli esseri.

Luce!

Esagramma 37- Casata

Il Fuoco si alza nel vento e la sua chiarezza si diffonde; l’elemento femminile è racchiuso tra linee forti come in una casata, una famiglia o un clan:  la donna infatti deve stare all’interno della famiglia, dove ha compiti ben precisi da portare avanti, non ultimo quello di accudire e nutrire gli altri; mentre l’uomo deve stare all’esterno per proteggere e mantenere la sicurezza di tutti. Quando il proprio ruolo nella famiglia è chiaro  vi è equilibrio e ordine in tutte le esperienze.   In questa situazione è l’elemento debole e femminile a dover fare un’operazione illuminante verso i suoi doveri, da cui talvolta tenta di sfuggire. Perché la situazione funzioni tutto dipende dalla donna e dalla sua capacità di far fronte al suo senso di responsabilità verso la sua cerchia più vicina e di mantenere un giusto contatto con loro. Qui ogni linea assume le sembianze di un membro della famiglia.

Sentenza

La casata. Propizia è la perseveranza della donna.

In una famiglia tutti hanno un ruolo prestabilito  e  in questa situazione l’elemento femminile, per  natura incerto e mutevole,  potrebbe esplorare altre vie, ma si sforza di ritornare al suo posto, dove è giusto che sia e rimanga. Essa mostra costanza e verità nel suo ruolo, evitando di farsi prendere la mano da attività che la distolgono dal suo scopo primario. Il trigramma interno Kan Abisso indica un pericolo che viene evitato grazie alla chiarezza del Fuoco: bisogna essere fedeli al proprio ruolo senza farsene distogliere, cercando la verità e seguendo le più intime convinzioni, quelle giuste che ci riconnettono a ciò che sappiamo e possiamo fare. Le nostre debolezze e le difficoltà sono man mano rischiarate e dissolte da chiarezza e comprensione su chi siamo e del nostro posto nell’ ordine  delle cose;  insistendo su questa strada vi sarà beneficio.

Immagine

Il vento scaturisce dal fuoco: l’immagine della casata. Così il nobile è coerente nelle sue parole e costante nelle sue azioni.

Il vento  penetra dovunque, il fuoco è coerente e costante. Entrambi tendono verso l’alto e ad evolversi, a patto che si abbia la capacità di essere costanti e mantenere fede alla parola data.

 

Linee

1- Salda chiusura all’interno della casata. Il pentimento svanisce. Il figlio. La linea chiude in basso il trigramma fuoco affinché non si disperda. Chiudete saldamente le porte ad attività dispersive. Restate al sicuro e non andate fuori strada altrimenti ve ne pentirete. Muta in 53 Progresso graduale

2- Ella non deve seguire il suo capriccio. Deve provvedere all’interno per il cibo. Perseveranza reca salute. La linea yin è instabile e capricciosa, è la moglie. Il suo posto è all’interno ma vorrebbe venir meno ai suoi doveri, seguendo vane avventure. Ci sono altri che dipendono da noi, per necessità essenziali che solo noi possiamo soddisfare. Dobbiamo dedicare il nostro tempo a loro. Muta in 9 Forza domatrice del piccolo

3- Quando nella casata la gente si accalora nasce pentimento per troppa severità. Cionostante, salute! Quando la donna e i bambini si trastullano e ridono ciò conduce infine all’umiliazione. La linea, il fratello,  è forte tra due deboli ma di transizione e all’inizio e fine del semisegno Fuoco e centro dell’Acqua: troppo calore genera emotività e contrasti ed è facile allora che sorgano amarezze e risentimenti. Avete subito dure lezioni, che pensate di non meritare;  ma ciò vi ha anche  permesso di maturare e crescere, e di progredire.  Ma se ora si continua ad allontanarsi dalle proprie responsabilità, a non prendere sul serio il proprio ruolo, facendo comunella con qualcuno più giovane e ingenuo allora non si  risolverà nulla e se ne soffrirà nel tempo.  Muta in 42  Accrescimento

4- Ella è la dovizia della casa. Grande salute! La linea è yin, la moglie del fratello, e  si trova tra due forti, un posto che assolutamente le compete, da cui grande salute.  Si tratta di una persona che sa qual è il suo posto, che è l’anima della casa, è capace di portarla avanti e farla prosperare e crescere, senza però precluderle scambi con l’esterno. Muta in 13 Associazione 

5- Un re si avvicina alla propria casata. Non temete. Salute!  E’ il marito della donna capricciosa al secondo posto. C’è  qualcuno a cui dare le nostre cure e il nostro rispetto. Non temete questa decisione, è un passo che porterà ordine nella vostra vita. Muta in 22 Grazia

6- Il suo lavoro impone rispetto. Alla fine viene salute. E’ il padre della casata, il capo indiscusso in ogni circostanza.  Ciò che avete creato e costruito nella vostra vita  vi ha reso una persona da stimare e rispettare; qualcuno mette in dubbio il vostro valore e la vostra competenza ma avrà modo di ricredersi. Muta in 63 Dopo il compimento

 

 

 

 

Tao te Ching, 49 – Dove si trova il Tao.

Quando uno stupido ascolta il Tao ride ad alta voce. Se non ridesse non sarebbe il Tao. Perciò si dice: la via nella luce sembra oscura, la via che va in avanti sembra tornare indietro, la via più facile sembra lunga, il vero potere sembra debolezza, la vera purezza sembra macchiata, la vera chiarezza sembra offuscamento, colui che è più grande sembra un uomo semplice, l’amore più grande sembra indifferente, la saggezza più grande sembra ingenuità. Il Tao non si può trovare da nessuna parte. Eppure nutre e completa ogni cosa.

Lao Tzu- TaoteChing

Sole Nero – Lorenzo Ostuni.

E’ l’autunno delle Certezze e dei loro preti. I patriarchi dell’Esattezza e i cortigiani dell’Eternità se ne vanno: sono sinistramente monocoli, pericolosamente guerci. Hanno creduto e ci hanno fatto credere di essere giganti; ma appena abbiamo voluto determinare l’altezza del sole essi si sono rivelati per ciò che sono: ombre allungate di nani. Qui nasce la tua capovolta verità, qui trova ruolo il tuo Sole Nero. Lascia pure che esso, col suo ghiaccio ardente, ti marchi l’anima. Nell’evo antico ‘illuminazione’ significava vedere figure luminose e sviluppare, per superiore grazia e per interiore ascesi, la Radiosità Intrinseca. Nel mondo moderno significa rendere conscia l’oscurità, l’ombra.

Rendere conscia l’ombra può essere paragonabile a realizzare la Radiosità Intrinseca?  I nuovi pretini della psiche sono forse all’altezza degli antichi pretoni dello Spirito? Certo, un pretone induce più soggezione di un pretino, in ogni caso è salutare sfuggire a entrambi. L’ ‘ino’ ti vuole insegnare la coscienza, l’ ‘one’ ti vuole insegnare la luce: ma si può essere tanto prepotenti impunemente, tanto presuntuosi per partito preso?

Lorenzo Ostuni, 99 Chimere – Ed. Tecniche Nuove

 

Esagramma 56 – Il Viandante

Il Monte è fermo, il Fuoco divampa: gli elementi hanno diverse nature e si dividono. Terre straniere e separazione sono la sorte del viandante. Le esperienze coinvolte sono destinate a non durare ed arrestarsi allo stesso punto. Le relazioni con gli altri sono passeggere e non permangono.

Immagine

Sul monte vi è il fuoco: l’immagine del viandante. Così il nobile è chiaro e cauto nell’applicare le punizioni e non tira per le lunghe i processi.

L’Arresto e il Fuoco con i loro caratteri diversi hanno in comune  pochi punti di contatto. Così fa chi, quando certe strade sono finite, si mette alla ricerca di nuove direzioni da prendere. In momenti come questo non bisogna farsi prendere da rimpianti e rimorsi, ma allontanarsi senza farne un dramma, dando il giusto peso a cose e persone che pur standoci a cuore, si rivelano marginali e di secondo piano nella nostra vita. E’ un momento in cui cose e persone si distaccano:  si è destinati a cercare ancora poichè il contatto con altri è sporadico e non duraturo.

Sentenza

Il Viandante. Riuscita per piccolezza. Al viandante perseveranza è salutare.

Tale strada di solitudine deve percorrerla, fino in fondo. La via del viandante è solitaria e sempre sul punto di spegnersi, di finire in vicoli ciechi e strade tortuose. Ogni tanto qualcosa di buono, ma non dura. Bisogna pazientare così, fino all’emersione di qualcosa di nuovo.

Linee

1- Il viandante si immischia in piccinerie, così si attira disgrazia. Sciocchezze, progetti campati in aria; l’insistenza in cose fatue porta a blocco. Muta in 30 Fuoco

2- Il viandante giunge alla locanda. Ha il suo possesso con sé. Egli ottiene la perseveranza di un giovane servitore. Si è  in un luogo e in una situazione  sicura e stabile: può essere una certezza o una situazione di equilibrio, in cui si resta volentieri. Si  è già ottenuto qualcosa di buono e gratificante, da parte di  una persona più giovane a cui siamo a cuore. Muta in 50 Crogiolo

3-  Al viandante brucia la locanda. Egli perde la perseveranza del giovane servitore. Pericolo. Ciò che si vuole compiere mette in pericolo il rifugio a cui eravamo abituati o una situazione che ci sta a cuore;  anche chi ci è vicino da tanto tempo, una persona giovane, se ne va.   Muta in 35 Progresso

4- Il viandante riposa dove ha trovato alloggio. Egli ottiene il suo possesso e un’ascia. Il mio cuore non è lieto. La situazione è passeggera, ci si  deve adattare e accontentarsi; si ottiene quello che ci sta a cuore,  ma bisogna stare in guardia continuamente, e difendersi da ansie e timori che rendono molto triste la nostra vita. Muta in 52 Arresto

5 Egli abbatte un fagiano. Cade con la prima freccia. Alla fine ne risulta lode e impiego. Un successo, in arrivo al primo tentativo.  Si ottiene approvazione e lode da qualcuno che ci sta a cuore, con possibilità di sviluppo. Muta in 33 Ritirata

6- All’uccello brucia il nido. Il viandante prima ride, poi deve gemere e piangere. Egli perde la vacca per leggerezza. Sciagura! A causa del nostro agire la situazione  che ci sta a cuore va in fumo. All’inizio se ne prova sollievo e soddisfazione, ma poi sorgono rimpianti e tristezze. E’ tardi per tornare sui propri passi, ci si è spinti troppo in là esagerando in leggerezza e superficialità. Non si può rimediare. Muta in 62 Preponderanza del piccolo