Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Una donna forte.

jane7Una che cade, che ha paura
una che teme di perdersi, ma che non controlla mai.
Una che danza immersa nelle cose
e resta immobile in un solo punto
allo stesso tempo e con ostinazione,
Una che accetta pur sapendo di rischiare,
che decide di mettere gli specchi in vista per vedersi,
una che tesse con dieci fili
sapendo sempre qual è quello rosso,
e che se lo perde, ricomincia da capo.
Una che disegna nuvole
e ne segue la scia.
Una che sorride quando
si avvicina il temporale,
che cammina sotto la pioggia
come fosse un dono del cielo.
Una che si siede a guardare il tramonto
bevendo le ultime luci del giorno
e chi si copre di oscurità come un manto.
Che non decide di allontanarsi dal fuoco,
che non vuole smettere di bruciarsi
e trasformarsi. Una che accetta di cambiare
pur sapendo di dover rinunciare alla solidità
del certo per il soffio leggero dell’incerto.
Una che legge il movimento dei fili d’erba
e la forza delle maree.
e ascolta il fruscio del vento
e ne cerca le parole antiche..
Una che ama la polvere
perchè la polvere è l’esperienza,
una che non rimpiange, non crede alle colpe
e soprattutto non le dà.
Una che spera di conoscersi
attraverso i suoi passi nel mondo,
che aspira all’orizzonte
per tornare a casa,
che vuole trovare la casa dell’arcobaleno
pur sapendo benissimo che quella
è sempre un passo oltre.
Una che non giudica perchè
un giudice sa condannare
come un dio impassibile.
Una che è acqua mutevole,
vento tra le foglie,
terra di montagna,
brace silenziosa,
alba e crepuscolo.
Una che fa tutto questo
e lo fa sorridendo
anche se sperduta
in lande solitarie, desolate
e pericolose,
quella è
una donna forte.
(Devi Ananda)

Lascia un commento