Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

La spina della meditazione.

img002grande”E nuovamente Mara pensò:’Le meditazioni hanno una spina:il rumore. Che io dunque, pur stando lontano, faccia del rumore”;ed egli,circondato dai trentasei milioni dei suoi seguaci emise un suono assai tremendo e pauroso”(Vinaya dei Mulasarvasivadin)
Tre tipi di rumori ci sono, estrni, interni e segreti.
Il primo riguarda ciò che sentiamo con le orecchie fisiche.
Il secondo è il rumore dei pensieri che distraggono.
Il terzo, il più sottile, riguarda desideri, speranze e terrori rimossi, di cui abbiamo vaga coscienza o nessuna affatto. Questo rumore è persistente e pesante, profondo e lento e anima la nostra psiche, l’ego ed è ciò per cui facciamo ciò che facciamo. Questo rumore è il muro finale.

Lascia un commento