Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Pifferaio di Hamelin.

Piccola mente inutile nel tuo definire, non dare la felicità è il tuo scopo. Non accade niente nella mente,solo il rincorrersi dei pensieri.Noi sospesi in dolorosa lotta tra vedere e non vedere il suo gioco, tra il desiderio di afferrare e la sua totale inutilità. Lo vedi soprattutto al mattino, quando l’assalto della coscienza sensoriale distrugge l’intuizione e l’eco del sogno. Ecco che si allontana il sogno, se ne va come una nave in un oceano inesplorato e si porta tutto con sé. Brandelli di vela in mano, pezzi di corda, quel poco che resta nella memoria, inaccessibile al ricordo. La tristezza di aver perso le parole del sogno, il rimpianto. Sei venuto e non sono stata attenta, ero distratta ero addormentata. Mi hai portato qualcosa e l’ho perduta. Ti svegli e cerchi di ricostruire, di inseguire le tracce del sogno,ormai chiuse in uno scrigno inaccessibile, sigillate. E già comincia il samsara, carico di colpa.

Lascia un commento