Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Amore – Chogyam Trungpa.

Il tentativo di aggrapparsi alle situazioni rende superficiale il processo di comunicazione. Tocchiamo solo la facciata delle altre persone e ci incolliamo là, senza mai sperimentare il loro intero essere.Siamo accecati dal nostro attaccamento. L’oggetto della passione, invece di essere sommerso nell’ intenso calore della passione libera si sente oppresso dal soffocante calore della passione nevrotica.

La passione libera è una radiazione senza nulla che la irradi, un calore fluido e pervadente che fluisce senza sforzo. Non è dannosa poichè è uno stato di essere equilibrato e molto intelligente. La coscienza di sè inibisce tale stato d’essere. Aprendoci, abbandoniamo la nostra avidità conscia di sè, vediamo non solo la facciata di un oggetto, ma lo vediamo completamente. Apprezziamo non in termini di qualità sensoriali, ma in termini di qualità complete, che sono oro puro. Non siamo sopraffatti dal lato esteriore, ma vedendolo, simultaneamente conosciamo il lato interiore. Così raggiungiamo il cuore della situazione e, se questa è l’incontro di due persone, la relazione è fonte di grande ispirazione in quanto non vediamo l’altra persona in termini puramente di attrazione fisica o di abitudine, vediamo sia l’interno sia l’esterno.

Questa comunicazione integrale pu produrre un problema.

Supponiamo che tu capisca completamente qualcuno e che questa persona non voglia che tu la capisca, si terrorizzi di te e scappi. Che c’è da fare allora? La tua comunicazione si è svolta completamente e perfettamente. Se questa persona ti sfugge, questo è il suo modo di comunicare con te.Meglio non indagare oltre. Se la perseguiti e le dai la caccia, prima o poi diventerai un demonio dal suo punto di vista.

Talvolta le persone ti sfuggono perchè vogliono solo giocare con te. Non vogliono una relazione seria, onesta e diretta con te, vogliono giocare.

Questo è il punto in cui interviene lalita, la danza. Tu danzi con la realtà, con i fenomeni apparenti. Quando vuoi follemente qualcosa non allunghi automaticamente l’occhio e la mano; ma ammiri. Invece di fare, impulsivamente, una mossa dalla tua parte, lasci fare una mossa dall’altra parte, ci è imparare a danzare con la situazione. Non devi creare tu l’intera situazione; osservala soltanto, lavoraci sopra e impara a danzare con essa. Allora, non diventa una tua creazione ma , piuttosto, una danza reciproca. Nessuno è conscio di sè, in quanto è una esperienza di entrambi.

Quando in una relazione c’è una fondamentale apertura, accade automaticamente di essere fedeli, nel senso di effettiva fiducia; è una situazione naturale. Dato che la comunicazione è così vera, bella e fluida e tu non puoi comunicare nello stesso modo con qualcun altro, automaticamente siete attratti assieme. Ma, se si presenta in qualsiasi dubbio, se cominci a sentirti minacciato da qualche astratta possibilità, benchè al momento la tua comunicazione stia andando benissimo, allora stai piantando il seme della paranoia e considerando la comunicazione come un mero divertimento dell’ego.

Se pianti il seme del dubbio, ci pu renderti teso e atterrito, timoroso di perdere la comunicazione che è così bella e vera. A un certo punto comincerai a non capire più se la comunicazione è amorosa o aggressiva. Questo smarrimento porta a una certa perdita delle distanze, e così comincia la nevrosi. Una volta che hai perso la giusta prospettiva, la giusta distanza nel processo della comunicazione, allora l’amore diventa odio. La cosa naturale nell’odio, proprio come nell’amore è che vuoi avere un contatto fisico con una persona; cioè vuoi ucciderla e ferirla.In ogni relazione in cui è coinvolto l’ego, amorosa o di altro genere, c’è sempre il pericolo di una rivolta contro il partner.Così, fino a quando sussiste la nozione di insicurezza o di minaccia di qualsiasi tipo, una relazione amorosa pu trasformarsi nel suo opposto.

Chogyam Trungpa
Il mito della libertà

Lascia un commento