Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

L’inferno per le donne.

Esistono donne che soffrono solo perché qualcuno le abbandona.
Esistono donne gelose, invidiose di altre donne e che passano la vita a misurarsi con le altre e si trovano sempre perdenti.
Non riesco a immaginare un inferno peggiore di questo, per una donna.
L’invidia, la gelosia, sono emozioni distruttive e dolorose: ci accorgiamo di avere pecche, mancanze e attributi che non piacciono al LUI di turno, questo Grande Personaggio che anima la scena della nostra vita.
Ci immoliamo davanti al piedistallo di un Uomo che vediamo a priori perfetto,solo perché è un maschio e perché lui deve giudicarci. Ma riuscite a capire quanto potere si attribuisce a degli omuncoli, probabilmente ancora più pieni di problemi di noi, che sono dalle donne osannati solo perché di un altro sesso? Nella fattispecie, il sesso paterno.
Così se lui mostra interesse per un altra, ecco che insorge l’orribile morso della gelosia: bambina rifiutata, messa alla porta, abbandonata.Il giudizio di valore, lo sminuirsi, il sentirsi meno donna. La donna che si comporta così sta rivivendo soltanto il suo trauma, il suo proprio abbandono, insomma è rimasta lì, a quello stadio infantile in cui il suo punto di riferimento maschile (PAPA’) se ne è andato nel sottofondo, e la bambina ha dovuto affrontare il mondo da sola.
Da allora tutti i maschi sono stati quel padre, tutti, e se ci hanno abbandonato ci hanno fatto rivivere l’antico abbandono. Ecco perché gli abbandoni ci fanno soffrire.E’ la paura non superata di non essere più l’oggetto preferito del papà, e ce ne stiamo lì bloccate come morte, come Gretel nel bosco di notte, vinte dal terrore.
Andate a vedere chi sono questi Grandi Personaggi, questi Uomini a cui sacrifichiamo lacrime e cuore: non sono diversi da noi, pieni di difetti, impauriti, tremebondi di fronte alla vita, astiosi, vili. Chiedetevi se per siffatto genere umano valga la pena sentirsi le ultime ruote del carro.
E le povere donnette che ancora ci cascano, e magari ce lo hanno portato via, si tormentaranno per non perderlo, guardando con sospetto le altre, che vedono come rivali e potenziali nemiche. Io non riesco davvero a pensare a un inferno peggiore di questo…

Lascia un commento