Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Inchiostro sul mio viso, inchiostro sulle mie mani- Kazi Nazrul Islam

C’è inchiostro sulle mie mani, inchiostro sulle mie mani
inchiostro sul mio viso, Dea.
I vicini ridono,
la mia educazione non vale nulla…
Vedo Shya Ma nella lettera M
e Kali nella K
e danzo e batto le mani
soltanto le mie lacrime si moltiplicano
vedendo i marchi neri sulla tavola del tempo.
Non amo i suoni evanescenti dell’alfabeto
il tuo bel nero non è tra essi
ma Dea nelle foglie della foresta
nelle acque del mare e nel cielo
dovunque posso leggere i tuoi scritti
…che mi chiamino pure illetterata.

there’s ink on my hands, ink on my hands
ink on my face, Goddess
the neighbors laugh
my education amounts to nothing …

I see “ShyaMa” in the letter “M”
and Kali in the letter “K”
and I dance and clap my hands

only my tears multiply when my eyes
see the black marks in the times tables

I love not the alphabet’s shades of sound
your beautiful black is not among them

but Goddess, in the leaves in the forest
in the waters of the sea and in the sky
I can read every word you write

let them call me illiterate.

.:.

Kazi Nazrul Islam, poeta Nazionale del Banghladesh è statp sia un Sufi che uno Shakta.

imagesCAWXW50I

Lascia un commento