Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Henry Corbin – Corpo Spirituale e Terra Celestiale.

 

Di tutte le realtà che l’uomo vede e contempla nel mondo altro, quelle delizie, le houri, i castelli, i giardini, i verdi boschi, e i nebbiosi ruscelli – come anche il loro opposto- gli orribili abitatori dell’Inferno – nessuno di costoro è esterno a lui, alla stessa essenza della sua anima, nessuno è distinto o separato dal suo stesso atto di esistere.

Of all the realities that man sees and contemplates in the world beyond, those which delight, like houris, castles, gardens, green vegetation, and steams of running water – as well as their opposites – the horrifying kinds of which Hell is composed – none of these is extrinsic to him, to the very essence of his soul, none is distinct or separated from his own act of existing.” Spiritual Body & Celestial Earth, 165
untitled (10)

Lascia un commento