Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Un canto.

”Ho sognato una voce, un canto.
E’ stato due anni fa, un pomeriggio di marzo,
assorbita nel sole e nel silenzio della stanza vuota.
Non aveva melodia, nè ricordo il suo corso,
eppure il suo suono
continua come una piccola onda a toccare il mio cuore.
E’ forse dal cuore, che viene.

Lascia un commento