Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Tradimenti.

C’era una volta un uomo che aveva un bambino, un piccolo vivace e fiducioso che credeva ciecamente al valore del padre, il suo dio.

Come tutti quanti, il bambino pensava che il suo papà fosse un eroe, la fonte di ogni sapienza e conoscenza e si fidava di lui ciecamente.

Il papà, che aveva un po’ dimenticato cosa significa essere bambini, voleva impartirgli delle lezioni, poiché era convinto, come tutti i papà, che sono le lezioni che fanno l’uomo, e che se uno – per caso e funesto destino- non le avesse, sarebbe simile a un miserabile smidollato senza spina  dorsale. Perciò era suo dovere impartire lezioni: e questo lo chiamava amore paterno.

Un giorno quindi il padre giocava con il bimbo e disse: ‘Sali sul primo gradino di questa scala che io ti prendo’.

E il bimbo ubbidì e si gettò ridendo dal primo gradino. E il papà lo prese tra le braccia. E disse: ‘Ora facciamo un salto più grosso. Sali al secondo gradino e buttati’.

Il figlio salì il gradino e si gettò, finendo in questo meraviglioso gioco nelle braccia del padre.

E poi il padre disse di salire un terzo, un quarto e un quinto gradino. Il gioco diventava sempre più appassionante, per via della totale fiducia del figlio verso il padre, che – lui sapeva- sarebbe sempre stato lì a  raccoglierlo tra le braccia al sicuro.

E poi il padre disse: sali sul sesto gradino.

E il bambino ubbidì. Era alto e il padre era lontano, ma dio è onnipotente e se ti dice di fare una cosa tu la fai, non stai a chiederti se dio ha ragione oppure è impazzito.

E così il bambino si gettò ma le braccia del papà non erano lì ad accoglierlo. Le braccia del papà erano strette intorno al suo muscoloso petto di padre, che disse, sghignazzando: ‘Visto? Non devi mai fidarti di nessuno’.

E il bimbo, in lacrime e sanguinante, non si fidò più di nessuno da allora in avanti.

O, forse, continuò a cercare qualcuno che potesse accoglierlo con braccia forti per tenerlo al sicuro. Ma questo la storia non lo dice, perché ognuno se lo può immaginare da sé.

imagesCACR0NZX

 

Lascia un commento