Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Trasparenza – Alejandro Jodorowski.

D’improvviso un giorno luminoso ci bagna le ossa,
i dolori diventano uccelli di zucchero,
un canto di madre profuma l’ombelico dell’aria,
le pietre fanno le fusa come i gatti,
nel petto si apre una mano invisibile,
nel tunnel delle orecchie ruotano tavolozze di silenzio.
Guardo attraverso una e un’altra porta,
mentre cadono a faccia in giĆ¹ i miei falsi personaggi.
Ho perso le ali della memoria,
eccomi qui, mi chiamo
trasparenza.
3c54d5a7c41fbabaa8c55d902f356a84_large

Lascia un commento