Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Esagramma 33 – Ritirata.

Cielo, Chien sopra

Monte, Ken  sotto

L’inferiore e  debole  sta crescendo, fermandosi sotto il cielo, più forte.  Il superiore, il Cielo, non scende verso il basso a contrastarlo, ma si ritira,  esercitando la sua influenza e forza solo fino a un certo punto.

Sentenza Riuscita. Nel piccolo è propizia perseveranza.

Ritirata significa trattenersi e limitare il proprio intervento verso qualcuno. Questo comportamento di rinuncia ad aggredire e contrastare è di beneficio per chi lo adotta: il male è piccolo e ben visibile, non può minacciare, per cui non c’è bisogno di oltrepassare i limiti  e attaccarlo direttamente. Ritirarsi non è fuggire, ma vigile attenzione verso l’ignobile. Piccoli movimenti per limitare l’ignobile bastano a fermare la sua espansione. E’ efficace continuare così nel tempo per riuscire.

Immagine Sotto il cielo c’è il monte: l’immagine della ritirata.  Così il nobile tiene lontano l’ignobile, non irato, ma pacato.

Sul  monte  il cielo si ritira: non è necessario per chi è forte e grande  competere con qualcuno che, pur agendo male, non rappresenta una seria minaccia.  Quando qualcuno causa problemi, comportandosi in modo basso e meschino, non c’è bisogno di mostrare apertamente antagonismo e ripulsa, basta tenersi a distanza, limitando il proprio coinvolgimento senza rompere i rapporti, allontanandosi quel tanto che basta per dargli una lezione.

Linee

1- In coda durante la ritirata: ciò è pericoloso. Non bisogna voler imprendere qualche cosa.

  Quando l’atteggiamento generale è di ritirarsi e di non usare la forza, se ci si trova a doversi scontrare con l’opponente da vicino, diventa pericoloso perché c’è occasione di reagire con foga verso di lui e farsi intrappolare dalle sue trame. Perciò si evita di cominciare discussioni violente o imprese  che farebbero degenerare la situazione, curando invece di mantenersi calmi. Muta  in 13 Associazione

2- Egli lo vincola con giallo cuoio di bue. Nessuno è in grado di strapparlo.

Quando cattive influenze cercano di farsi strada trovano lo sbarramento della forza che le  controlla. Viene esercitata una ferma limitazione verso il nemico, piegando la sua volontà disgregatrice. Agendo con calma autorevolezza sul suo  comportamento meschino, si riesce completamente a impedire il suo avanzamento. Muta in 44 Farsi incontro

3- Ritirata interrotta è penosa e pericolosa. Tenere la gente come servi e serve reca salute.

Sarebbe giusto ritirarsi- la linea è all’apice del Arresto,- ma si è trattenuti da persone  ignobili  che esercitano un certo fascino. Incapaci di sottrarsi alle loro lusinghe,  si resta invischiati  ed è difficile liberarsi dagli attaccamenti emotivi ancora presenti verso l’ignobile. Quando si è in contatto con tali forze oscure,  anche se si cede a qualche compromesso non ci si aspettino grandi risultati  da gente dalla mentalità così inferiore. Muta in 12 Ristagno

4- Ritirata volontaria reca salute al nobile, decadimento dell’ignobile. 

Ci si ritira di propria iniziativa, liberamente e dignitosamente nonostante la cosa ci sia sgradita: ci sono ancora in sospeso implicazioni personali, una certa affezione sentimentale, ma se ci si sa sbarazzare di tali debolezze, ciò è salutare. In questo modo  l’ignobile, non avendo come insinuarsi e trovando la porta chiusa, è costretto da solo a fermarsi e decadere. Muta in 53  Progresso graduale 

5- Ritirata amichevole. Perseveranza reca salute.

Si può esercitare il ritiro tenendo completamente a distanza l’ignobile. Questi è tenuto lontano, senza bruschi strappi ma con decisione; senza farsi convincere da superficiali vantaggi che si potrebbero ricavare dalla situazione, alla fine anche il nemico si converte alla giustezza di questa soluzione. Muta in 56 Viandante

6- Ritirata serena. Tutto è propizio.

Si è ormai lontani dall’ ignobile, che non può condizionare più con lusinghe e debolezze. Liberi da attaccamenti e compromessi, ci si ritira serenamente e  la distanza dagli ostacoli  è completa. Muta in 31 Stimolazione

XXXIII Ritirata (Legge)

Lascia un commento