Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Esagramma 59 – La Dispersione.

Vento, Sun  sopra

Acqua, Kan sotto

 Vento, legno, sull’ Acqua, il pericolo. La forza positiva dello sviluppo è frenata dalla presenza degli yin e si genera disordine e disorganizzazione nell’impresa.  Riuscita per perseveranza.

Sentenza La dissoluzione. Riuscita. Il re si avvicina al suo tempio. Propizio è attraversare la grande acqua. Propizia è perseveranza.

 Il pericolo è presente, rischi e dubbi rendono ardua l’impresa. Sono difficoltà connesse ai nostri punti deboli e alle incertezze su come condurre il nostro cammino.  Il tempio sul monte è un luogo dove il male è assente, e prendendo ora quella via si superano le varie angustie finora presenti. La soluzione è vicina, bisogna mettersi in viaggio e insistere con decisione per dissolvere gli ostacoli e i dubbi. Viaggi e spostamenti sono fortunati in questo momento, e anche nelle difficoltà che insorgono, bisogna continuare a insistere.

Immagine Il vento si leva sopra l’acqua: l’immagine della dissoluzione.  Cosi’ gli antichi re sacrificavano al Signore ed erigevano templi.

Acqua e vento sono separati, ma quando si attiva il vento essi interagiscono tra loro. Ciò che era stagnante in quel momento prende vita, dissolvendo le difficoltà e le differenze.  Il bene può vincere il male  agendo costantemente e gentilmente; come il vento e l’acqua si toccano e in quel momento gli ostacoli tra loro si dissolvono, così gli antichi re costruivano templi, in cui c’erano occasioni per connettersi con il Cielo e dissolvere i pericoli incipienti. Anche in questa impresa si devono costruire  momenti e occasioni affinchè ciò che tende a separarsi e decadere possa riunirsi e prosperare per il bene comune.

Il tempio è il luogo dove la collettività può riunirsi, gli antichi re ergevano templi in cui il popolo si poteva riunire. Il re poi sacrificava, perchè su di lui ricadeva il compito più importante affinchè la disgregazione e la decadenza non si abbattesse sul popolo. Dobbiamo comportarci come gli antichi re che si mettevano al servizio dell’attività del cielo, impegnandoci in prima persona creando occasioni fertili e produttive.

Linee  

1- Egli reca aiuto col vigore di un cavallo. La prima linea è yin, oscura e debole, ma ciononostante vuole evolversi ed è desiderosa di superare la disgregazione e di andare verso la luce. E’ attratta dallo yang al quinto posto, una figura di alto rango, e dallo yang su di lei, che la invita. Seguendo tale attrazione potrebbe ritardare la disgregazione, che è ora solo al suo inizio, con le sue  avvisaglie di pericolo, di stasi e di ristagno. Muta in 61 Verità interiore

2- Durante la dissoluzione egli corre verso il suo appoggio. Il pentimento svanisce. Tutto intorno c’è pericolo e oscurità, ma si può ancora uscirne volgendosi verso qualcuno di affine.  In questo modo non si sbaglia e si è fatto tutto il possibile con sincerità.    Muta in 20 Contemplazione

3- Egli dissolve il suo io. Nessun pentimento.  La linea è oscura, non può più tornare alla fase iniziale in cui sarebbe stato  possibile evitare la dissoluzione.  Davanti non ha speranze di appoggio, non le resta che operare un cambiamento su se stessa per evitare il dissolvimento. E lo fa abbandonando una posizione interiore di avidità e egoismo verso qualcuno o qualcosa, un modo di fare e di vedere negativamente cose e persone con cui  ha una lunga familiarità; ricredendosi e pentendosi, operando tale cambiamento interiore,  non ci sono cause di  rimpianti .  Muta in 57 Vento

4- Egli si stacca dalla sua schiera. Sublime salute! Mediante dissolvimento segue accumulazione. A ciò la gente comune non pensa. Si decide di allontanarsi da una cerchia di persone  che spinge all’oscurità.  Proprio  grazie a questo allontanamento vi è progresso, perché può ripristinarsi ciò che è bene; dirigersi in altre direzioni ora è decisivo perché  dopo seguirà fortuna. Prima  si perdono amici  – ma  presto si verrà ripagati; la  rinuncia a loro è una perdita che verrà colmata largamente in seguito. Il passaggio è connesso con una particolare maturità spirituale, che non tutti possiedono e comprendono. Muta in 6 Lite 

5- Dissolvono come il sudore i suoi squillanti richiami. Dissolvimento! Un re dimora senza macchia. Ci si comporta come il re, che sa scacciare le forze disgregatrici, a lui vicinissime; qui si proclama e si esprime in modo inequivocabile  il desiderio di dissolvere i guasti, esponendoli chiaramente. Solo una persona sincera fino in fondo può farcela ad agire così.  Muta in 4 Inesperienza

6- Egli dissolve il suo sangue. Andarsene, tenersi lontani, uscire è senza macchia. L’ultimo yang ha compiuto la scelta definitiva, staccandosi totalmente dalla situazione. Ha disperso ogni influenza negativa e volta le spalle anche alle più recondite illusioni, mettendosi in salvo, stando alla larga da qualcosa in cui si erano riposte speranze e che invece invitava all’oscurità.   Muta in 29 Abissale.

– LIX Huan 59 Dispersione (Legge)

 

Lascia un commento