Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Dove inizia la danza, dove finisce? – Mary Oliver.

Whirling-Dervishes-in-actionNon chiamare questo mondo adorabile, o utile, non lo è.

E’ frizzante, e molto più che un teatro di venti giocosi.

Il battito del fulmine non è né bene né male,

l’albero colpito brucia come una colonna d’oro.

Ma la pioggia blu inonda

fino al bianco piede dell’albero

con le bocche aperte.

Non è il vento, che girando in tondo, inventa la danza?

Non si sono forse spostati i fiori

attraverso l’Asia, poi l’Europa

per finire , ora, a brillare nel tuo giardino?

Non chiamare questo mondo una spiegazione, o neppure un’istruzione.

Quando il poeta Sufi ruotava

stava guardando fuori,

verso i monti incappucciati di bianco,

o guardava verso il centro di tutto:

il seme, l’uovo, l’idea che c’era lì,

bella come un pollice che si curva a toccare un dito,

teneramente,

anellino d’amore,

mentre ruotava,

oh, sorso d’aria,

nel giardino polveroso?

Mary Oliver – Why I wake up Early –

Lascia un commento