Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Esagramma 60 – Limiti.

 

Sotto il Lago tranquillo, sopra l’Acqua, il pericolo. Essi si toccano ma limitandosi a vicenda.

 Quando si cerca di  andare oltre ciò che è giusto per noi il limite viene superato, le regole vengono infrante, riportandoci al punto di partenza e caricandoci di responsabilità che poi  non siamo in grado di sopportare. Il limite  è sempre qualcosa che, se non dettato da noi stessi, alla fine si manifesta da solo: succede quando è troppo, quando le cose si ripetono nello stesso modo di tante altre volte, quando ci si impone di andare avanti caparbiamente superando ciò che è ragionevole. Il limitarsi invece libera dalla pesantezza delle responsabilità, nel tempo, e se posto ora eviterà situazioni future di caos e difficoltà.

Sentenza Delimitazione. Riuscita. Amara delimitazione non va esercitata con perseveranza. In questa situazione limitarsi  è  efficace. Naturalmente questa ritrosia non va esercitata per sempre; e neppure bisogna istituire regole ferree, a cui in breve tempo sarà impossibile attenersi. Bisogna limitarsi nel dire e nel fare, ma solo per un po’ di tempo. Se si agisce così vi è riuscita.

Immagine A di sopra del lago vi è l’acqua: l’immagine della delimitazione. Così il nobile istituisce numero e misura e indaga cosa sia virtù e retto cammino. Prima di agire bisogna capire bene fin dove spingersi. Ci sono cose da non fare che ci spingono fino all’estrema risorsa e rubano la nostra energia. L’uomo non è fatto per ciò che è estremo e infinito. Bisogna perciò istituire volontarie barriere e non dissipare infinitamente e più volte le proprie risorse. Bisogna saper centellinare la nostra presenza, senza strafare e comprendere quali siano le giuste norme per noi a cui attenerci.

Linee

1- Non uscire da porta e cortile non è una macchia. A volte si vorrebbe uscire dal certo e conosciuto per intraprendere nuove strade. Vale la pena affaticarsi tanto quando si ha già a sufficienza? Bisogna limitarsi a ciò che è sicuro e familiare, senza oltrepassarlo. Muta in 29 Abissale

2- Non uscire da porta e cortile reca sciagura. L’esitazione e l’indecisione sono negativi. Si può uscire dal solito modo in cui ci siamo comportati ultimamente. E’ il momento di cambiare atteggiamento. Molte occasioni si perdono a causa di dubbi inconsistenti. Muta in 3 Difficoltà iniziale

3- Chi non conosce delimitazione avrà da lamentarsi. Nessuna macchia. Ci si sta sobbarcando di tante, troppe  esperienze  e responsabilità. Andando avanti così senza freni  le conseguenze non saranno piacevoli. Non c’è perdita né guadagno.  Muta in 5 Attendere

4- Delimitazione appagata. Riuscita. L’azione che si vuole intraprendere è nei  limiti appropriati e  corrisponde ad un giusto e corretto intervento, che favorisce tutti.  Muta in 58 Serenità

5- Dolce delimitazione reca salute. Andare reca rispetto. Non bisogna estraniarsi completamente dall’impresa, ma parteciparvi nel piccolo e marginalmente; la nostra possibilità di intervento è limitata ma nel suo modesto contributo provoca negli altri seguito e simpatia. Muta in 19 Avvicinamento

6- Amara delimitazione. Perseveranza reca sciagura. Pentimento svanisce. Irrigidirsi con caparbietà sulla decisione che desideriamo prendere, ponendosi delle restrizioni così pesanti, non va bene. Continuando così,  anche se si pensa di agire  in modo corretto e sincero ne viene disgrazia. Ciononostante è meglio così, visto che non ci sono cause di future preoccupazioni. Muta in 61 Verità Interiore

– Esagramma 60 Limiti (Legge)

-60.4>58 Serenità

 

 

 

Comments are closed.