Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Esagramma 55- Abbondanza

Tuono, Zhen, sopra

Fuoco, Li, sotto.

Il fuoco con la sua luce si unisce all’azione creativa, generando una situazione di opulenza, in cui ogni cosa si realizza al massimo potenziale. Quando tanta perfezione è raggiunta sorge sempre il desiderio di mantenere quello stesso livello,  si cerca di riottenere quello stato di grazia, si insiste per restare in quella stessa appagante ricchezza. Arrivate al loro massimo potenziale le cose possono solo cambiare, come accade nella natura in cui a una stagione segue un’altra. Perché dunque desiderare di restare allo stesso punto già ottenuto? L’esagramma  parla di come preservare l’opulenza contro l’oscurità, carica di rimpianti, che tenta di farci restare legati a qualcosa che si è già compiuto.

Sentenza L’abbondanza ha riuscita. Il re la raggiunge. Non rattristarti: devi essere come il sole a mezzogiorno.

L’impresa si compie con successo e otteniamo quello che vogliamo. Siamo come il Sole all’apice. Dopo che ha raggiunto il massimo splendore il sole però deve calare, altrimenti l’abbondanza sperimentata diventa attaccamento odioso e desiderio avido  del passato. Quando la maturità e il compimento, in una relazione o in un’impresa, sono stati già  ottenuti  bisogna andare avanti, mettendo a frutto l’esperienza acquisita per crescere ancora, in modi ancora più maturi che solo il tempo porterà. Questo  naturale cambiamento non è negativo; un ciclo si conclude  e desiderare di restarci per sempre significa  diventarne schiavo, colmi di speranze e rimpianti. Così quando il momento della ricchezza è passato non bisogna rattristarsi ma lasciarlo andare,  pronti a lavorare per il futuro e  a una nuova  stagione di crescita.

Immagine Tuono e fulmini vengono entrambi: l’immagine dell’abbondanza. Così il nobile decide i processi e applica le punizioni.

Il fulmine illumina le cose, il tuono le scuote. Quando i due elementi sono insieme ogni cosa viene chiaramente vista e compresa  nella sua interezza;  se nella situazione ci sono dei difetti li si sa ben giudicare e senza esitazione si sa agire in modo da eliminarli. Ma quali sono i difetti?  I difetti sono legati al credere che le cose   splendide e gradevoli restino per sempre immobili, che non mutino mai e  siano sempre come erano ieri, legate ai nostri  vecchi desideri; non rendendosi conto che le cose che si sono realizzate, anche se belle, appartengono già al passato ci si blocca nelle speranze di ripristinarle nello stesso modo e, nella paura di perderle, sorge allora un attaccamento doloroso che porta  l’oscurità nel cuore, in cui avidità e insoddisfazione minano la vita. Il nobile invece è capace di adattarsi ai cambiamenti naturali delle esperienze, e di crescere attraverso di esse, per riportare la sua ricchezza    sempre a nuovi inizi, ricominciando da capo ogni volta che  un ciclo termina, rinnovandola  con nuove imprese.

 Linee

(leggere anche la linea corrispondente dell’esagramma risultante per ampliare il quadro della situazione)

1- Incontrando il signore destinatoci si rimanga insieme dieci giorni e non è un errore. Andare trova riconoscimento. Quando si incontra qualcuno con lo stesso livello ricettivo e con cui ci si sente a proprio agio, è una buona cosa cercare di restargli accanto e scambiarsi a vicenda i propri punti di vista. L’arricchimento è reciproco, e si resta insieme per qualche tempo. Di sicuro frequentare una persona così è di beneficio, però non deve prolungarsi oltre il tempo necessario.    Muta in 62 La preponderanza del piccolo

2- La cortina è talmente abbondante che a mezzogiorno si vedono le stelle intorno al polo. Recandovisi si suscita diffidenza e odio. Destandolo con la veracità viene salute. Con il sopraggiungere della linea yin, la comprensione si va offuscando. La luce del sole, che a mezzogiorno è al suo massimo splendore, è diventata tanto opaca che la luce delle stelle brilla di più. Ostacoli e difficoltà prevalgono, si è in contatto con negatività e vie erronee, e se ci si incammina da questa parte si commette un enorme errore. Per salvare la situazione si può solo  cambiare strada con decisione e dedicarsi a ciò che può veramente essere di beneficio. Muta in 34 La potenza del grande

3 La sterpaglia è talmente abbondante che a mezzogiorno si vedono le stelle piccine. Egli si frattura il braccio destro. Nessuna macchia. Inoltrandosi nella sterpaglia la luce del sole è totalmente oscurata, sembra sia notte, che sia buio. Nell’oscurità si incorre nei pericoli e si resta intrappolati, incapaci di muoversi. Si resta soli e privi del sostegno di qualcuno, su cui si contava. La forza rigida con cui si perseguono le cose per ottenerle alla fine ha prodotto solo isolamento, oscurità e danno.  Muta in 51 Scuotimento

4- La cortina è talmente abbondante che a mezzogiorno si vedono le stelle intorno al polo. Egli incontra il signore suo pari. Salute. Ancora tenebre, ancora si scambia la notte con il giorno. La vicinanza con lo yin e il suo fascino ambiguo rende difficile riconoscere chi o cosa seguire. Ma ecco qualcuno che può risollevarci dagli errori e riportare un po’ di luce. Se si è capaci di seguire la sua guida, accettando umilmente i suoi consigli,  c’è salute.  Muta in 36 Oscuramento della luce

5- Vengono delle linee. Si avvicina prosperità e gloria. Salute! La linea è il sovrano, debole ma con la forza di comprendere che deve aprirsi al nuovo e agli altri. Piano piano comincia un percorso di comprensione, dal nulla, che alla fine porterà alla gloria e alla ricchezza rinnovata. Ciò accade perché è disposto a seguire la via dell’attendere mentre lavora per una nuova abbondanza che presto si verificherà anche esternamente.  Muta in 49 Rivoluzione

6- Ha l’abbondanza in casa. Egli cela la sua famiglia. Egli spia attraverso il portone e non si accorge di nulla. Per tre anni non vede nulla. Sciagura! Ancora debolezza e confusione avvolgono l’andare. Quanta oscurità ci circonda, nella nostra stessa casa, mentre esternamente si apportano abbellimenti e modifiche prive di luce e senza reale condivisione con gli altri. Nessuno si può avvicinare quando non si ha nulla da offrire. Questa è una  ricca e inutile reclusione. Disgrazia.  Muta in 30 Fuoco

. LV Fang, Abbondanza Legge

. 55.2.4>11 Pace

 

Comments are closed.