Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Nel Rosario delle mie molte vite – Drukpa Kunley (lo Yogi Folle).

Nel Rosario delle mie molte vite
ho preso la forma di ogni creatura.
Mi ricordo solo oscuramente,
eppure mi sento che era qualcosa del genere:
dal momento che ora mi delizia il chung,
una volta devo essere stato un’ ape;
dal momento che ora sono così lussurioso
una volta devo essere stato un gallo;
dal momento che ora sono così arrabbiato,
una volta devo essere stato un serpente;
dal momento che ora sono così sporco,
una volta devo essere stato un maiale;
dal momento che ora sono così avaro,
una volta devo essere stato un uomo ricco;
dal momento che  sono così spudorato,
una volta devo essere stato un pazzo;
dal momento che sono un bugiardo,
una volta  devo essere stato un attore;
dal momento che  miei modi sono così scostumati,
una volta  devo essere stato una scimmia;
dal momento che ora ho come sete di sangue,
una volta devo essere stato un lupo;
dal momento che ora ho uno sfintere anale così stretto
una volta  devo essere stato una suora;
dal momento che ora  sono così puntiglioso,
una volta  devo essere stato una donna sterile;
dal momento che oggi consumo tutti i miei denari col cibo,
una volta  devo essere stato un Lama;
dal momento che oggi sono così tirchio,
una volta devo essere stato un amministratore;
dal momento che ora mi do tante arie
una volta  devo essere stato un ufficiale;
dal momento che oggi mi piace imbrogliare gli altri,
una volta devo essere stato un uomo d’affari;
dal momento che oggi sono così loquace,
una volta  devo essere stato una donna.
Ma non posso dirvi se questo è vero.
Considerate voi stessi i fatti.
Che ne pensate?
~ Drukpa Kunley ~

Lascia un commento