Esagramma 44 – Farsi Incontro

Cielo, Ch’ien sopra

Vento, Sun sotto

Una linea yin, femminile, oscura e passiva va incontro a cinque yang, attività e luce. Il debole cerca di penetrare nel forte ma la piccola  oscurità, anche se ostinata, può essere respinta e allontanata dal cielo.

Sentenza

Il farsi incontro. La ragazza è potente. Non bisogna sposare una ragazza simile.

Farsi incontro  significa incontro tra uomo e donna, luce e oscurità, passività e attività. Una donna appare dal nulla e cerca di  legare a sé tutti gli altri, insinuandosi piano piano nelle loro vite. Il suo potere può soggiogare la volontà anche di ciò che è forte e giusto. Prima di legarsi a questa impresa disgregatrice, bisogna riconoscere per tempo la sua negatività e gestirla  in modo che non prosperi più.

Immagine Il Vento e il Cielo, l’immagine del farsi incontro. Così  il principe  emana i suoi ordini e li proclama alle quattro regioni del mondo.

Il vento penetra nel cielo. Quando il debole, che dovrebbe essere remissivo e docile, comincia a diffondersi dentro il forte, comportandosi con arroganza e presumendo di riempirlo tutto, cerca di sovvertire  ciò che provvede costantentemente al benessere e al progresso generale. Bisogna opporsi a questa impresa disgregatrice, che è una minaccia lontana eppure capace di condizionare negativamente l’equilibrio delle cose. Anche se non ci sono contatti fisici diretti con questo elemento negativo esso  va liquidato da lontano e con  parole decise, dichiarando in modo inequivocabile i propri ordini e accertandosi che tutti ne vengano a conoscenza.

Linee

1 – Bisogna frenarlo con ceppi di ferro. Perseveranza è salutare. Lasciando correre si subisce sciagura. Anche un porco magro ha l’attitudine a infuriarsi.

Un elemento negativo entra sulla scena cercando di coinvolgerci con le sue intenzioni pericolose. Si deve tenere a distanza questa minaccia, esercitando a lungo una costante  vigilanza contro la sua espansione.  Se si sottovaluta la situazione e la si lascia sviluppare ne viene danno. Così un maiale apparentemente piccolo e debole, se lo si lascia libero di fare,  può causare grandi danni  quando si infuria. Qualcosa di falsamente innocuo può diventare un grande problema se non lo si ferma.    Muta in 1 Creativo

2- Nella vasca vi è un pesce. Nessuna macchia! Non propizio per gli ospiti.

Il pesce in una vasca non può muoversi liberamente, è limitato e non può portare danno a noi personalmente. Ma quello che è buono per noi non lo è per altri coinvolti dall’esterno.  Muta in 33 Ritirata

3 – Sulle cosce non vi è pelle e il camminare riesce gravoso. Rimanendo memori del pericolo non si commettono gravi errori.

L’elemento negativo è ormai lontano; anche se non si hanno più contatti con lui esso esercita sempre un certo richiamo. Il suo condizionamento persiste ancora e l’allontanamento avviene lentamente e a fatica.  L’esperienza negativa con lui si è già avuta  e  ci ha insegnato molte cose su come gestire l’impresa. Abbiamo imparato la lezione e nei suoi confronti non compiamo più gli stessi ingenui errori.   A parte ciò che è già accaduto di negativo, non ci sono altri disagi.  Muta in 6 Lite

4 – Nella vasca non vi è alcun pesce. Da ciò insorge sciagura.

La vasca è vuota e il pesce è libero di scorazzare, portando danno. L’atteggiamento di chi non fa nulla per contrastare il male, senza intervenire e isolandosi nel proprio benessere apparente,  deve per forza  condurre alla sciagura. La situazione così sfugge di mano e quello che si pensa sia sottocontrollo in realtà ha campo libero per espandere la disgregazione.  Muta in 57 Vento

5 – Un melone coperto con foglie di salice. Linee celate. Ed ecco che ci cade in sorte dal cielo.

Il melone è un buon frutto; coperto dall’ombra di un salice non marcisce facilmente e può essere ben gustato in un secondo momento. Nel frattempo lo si deve coprire e  proteggere e nessuno deve sapere che è lì. Una persona veramente grande cerca di aiutare gli altri da lontano e a lungo termine. Anche quando non ha contatti diretti con loro, riesce ad irradiare la sua saggezza e a favorire il benessere di tutti. E’ una posizione impegnativa e di poche soddisfazioni personali ma alla fine si sarà ripagati ampiamente.   Muta in 50 Crogiolo 

6 –  Egli si fa incontro con le sue corna. Umiliazione. Nessuna macchia.

Quando si è raggiunta una posizione stabilmente lontana dall’elemento negativo può esserci l’impulso di tornare indietro. La nostra posizione è di uno che è ormai estraneo alla vicenda, eppure  vuole intervenire e allacciare di nuovo rapporti con essa. Gli altri non hanno nessuna colpa, siamo noi che andiamo a cercarli cedendo a debolezza. Una brutta figura, nessun grave danno.  Muta in 28 Preponderanza del grande

 

I commenti sono chiusi.