Esagramma 9 – Forza domatrice del piccolo.

 

Vento Sun, sopra

Cielo Ch’ien, sotto

Il piccolo è lo yin che, essendo arrivato in alto, nel posto conforme, condiziona il potere del grande, cioè tutte le linee forti. La cose non possono esprimersi al massimo potenziale.

Sentenza La forza domatrice del piccolo ha riuscita. Dense nubi, nessuna pioggia dalle nostre contrade occidentali.

La forza domatrice del piccolo significa che il grande è moderato dal piccolo. Le nubi sono grandi e pronte per la pioggia eppure non la rilasciano, per ora si muovono inquiete, la pioggia vivificante non scende e la natura non si rinnova. E’ un momento in cui agire con costanza  ed irruenza non è consigliabile, la riuscita sta nel tenere a freno l’impulso ad agire: quando non si è aggressivi e irruenti, ma si sa mediare e ridimensionare il proprio fare e dire, essere piccoli ha la sua funzione ed ha riuscita, proprio come le nubi si trattengono dal diluviare quando il momento risolutivo non è ancora arrivato.

Immagine Il vento soffia nel cielo: l’immagine della forza domatrice del piccolo. Così il nobile affina le forme esteriori della sua natura.

Il vento  tocca il cielo solo superficialmente, esternamente. Il cielo internamente non cambia, ma all’esterno i suoi modi cambiano: il suo fare è più moderato, i suoi modi più tranquilli, le sue parole più pacate.  Trattenendo l’impetuosità verso l’esterno, si è costantemente prudenti nel fare e nel dire verso gli altri. Quando non si ha la forza di andare in profondità e trasformare la situazione in modo completo, l’impresa resta piccola e cambia solo superficialmente.

Linee

1- Ritorno alla via. Come potrebbe questo essere una macchia! Salute!

La via a cui si ritorna è una via già percorsa. Ed è una buona strada. Abbiamo lasciato il passato nel dimenticatoio, correndo dietro a ciò che nel tempo si è rivelato fallace. Ora si torna sui propri passi, invertendo il proprio atteggiamento impulsivo, revisionando se stessi e il proprio agire; anche se non si giunge a un cambiamento complessivo nell’impresa, si stabilisce una corretta base su cui costruire. Tornando al passato si va in un futuro promettente.  Muta in 57 Vento

2- Si lascia indurre a ritornare. Salute!

Si è tentati di andare avanti senza restrizioni, cercando di imporre se stessi sugli altri in modo unilaterale, ma a un certo punto ci si rende conto che è più efficace fare un passo indietro e moderare il proprio comportamento. In questo modo si può riconsiderare l’impresa e arricchirla lasciandosi convincere da un altro, accogliendo il suo contributo. Buona fortuna. Muta in 37 Famiglia

3- Dal carro si staccano i raggi delle ruote. Marito e moglie stralunano gli occhi.

Un carro che non può muoversi perché cedono le ruote è un’impresa che non può andare avanti. Carro e ruote sono lo yang e lo yin al sesto posto; sono complementari, ma non si conciliano insieme e l’impresa non si muove. Come marito e moglie, lui e lei, quasi non si riconoscono e non hanno affiatamento.Il problema è che si agisce l’uno senza tener conto dell’altro, ognuno chiuso nelle sue posizioni.   Muta in 61 Verità Interiore

4- Se sei verace svanisce il sangue e si allontana l’angoscia. Nessuna macchia.

Si è deboli e bisogna seguire chi è forte per farsi guidare; questa sottomissione può ferire l’orgoglio, ma se si riesce ad essere onesti con se stessi, ammettendo il proprio bisogno di un altro più forte e capace, allora si viene accolti con simpatia.  Muta in 1 Creativo

5- Se sei unito in fedeltà e sincerità sei ricco nel tuo prossimo.

Quando si vogliono migliorare  i rapporti con gli altri bisogna essere  fedeli e sinceri. Se uno non è per primo lui fedele, nemmeno l’altro lo sarà; se uno non è sincero neppure gli altri sono sinceri. Ma quando dentro di sé queste due qualità ci sono, spontaneamente gli altri si avvicinano e contraccambiano.   Muta in 26 Forza domatrice del grande

6 – Viene la pioggia, viene la quiete. Ciò è dovuto alla durevole azione del carattere. La moglie perseverando finisce in pericolo. La luna è quasi piena. Se il nobile persiste si ha sciagura.

La tensione è rilasciata, l’unione è avvenuta, l’impresa è compiuta. Ora tutto si assesta e lo sforzo può fermarsi.  Grazie al paziente lavorio si è già riusciti a conseguire l’impresa. Ma se qualcuno, da debole, invece di fermarsi e accontentarsi, vuole di più va incontro a disgrazia. La luna ha completato quasi il suo corso, quindi si appresta già a calare e la sua luce a diminuire. Bisogna accontentarsi di quello che si è ottenuto e senza insistere nel volere di più e nel continuare come prima, altrimenti ne verrà sciagura. Muta in 5 Attendere

IX Hsiao Kuo , 9 Forza domatrice del piccolo (Legge)

 

 

 

I commenti sono chiusi.