Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Esagramma 7 – Esercito

7shih

 

Acqua, il pericolo, sotto; Terra, il ricettivo, sopra.  Da qui l’idea dell’esercito il cui carattere intrinseco è il pericolo mentre esternamente mostra disciplina e subordinazione. Affinché un esercito funzioni però al suo comando deve esserci chi ha la saggezza e l’esperienza, l’abnegazione e sa assumersi le responsabilità di prendere le decisioni, personaggio rappresentato dalla linea 2, unica forte che può agire  tra le deboli, che da sole si disperdono nell’inazione.  Attenzione a non mettersi in situazioni di debolezza, qui presenti tutto intorno alla domanda in questione: per riuscire nell’impresa bisogna esercitare la propria volontà con polso fermo, senza cedimenti, pronti al pericolo internamente, mentre esternamente si esercita la disciplina sugli altri.

Sentenza L’esercito ha bisogno di perseveranza e di un uomo forte. Salute senza macchia. Bisogna saper guidare altri verso uno scopo comune e imporre la propria volontà   agendo in base e a ciò che si ritiene giusto e non per compiacere ad altri. L’impresa è impegnativa e duratura: occorre mettere insieme i dettagli, unificare e dare direzione produttiva alle cose.

Immagine Nel grembo della terra vi è l’acqua: l’immagine dell’esercito. Così il nobile, magnanimo verso il popolo, cresce le sue masse. I segni Terra e Acqua hanno linee deboli, tenute insieme dall’unica linea forte. Così è l’esercito in cui solo uno comanda e disciplina coloro che eseguono il suo volere. Generosità e disponibilità creano un forte seguito.

Linee

1- Un esercito deve marciare in buon ordine. Se questo non c’è sciagura. Quando si mette mano a un’impresa è bene fin dall’inizio eseguire gli ordini e mantenere gli impegni.  Prendere le cose alla leggera, tergiversare non è adatto. Muta in 19 Avvicinamento

2- In mezzo all’esercito! Salute! Nessuna macchia! Il re conferisce triplice onorificenza. Questa è la posizione del comandante, colui sul quale gravano le responsabilità di agire e coordinare l’esercito. E’ una persona capace di compiere l’impresa, di cui qualcuno in alto è soddisfatto e a cui ha conferito il suo consenso completo. Muta in 2 Ricettivo

3- L’esercito conduce cadaveri sul carro. Sciagura. Si è perduta la direzione, il tentativo è destinato a fallire. Biasimo e vittimismo accompagnano la disfatta,  vi è un rifiuto, un dissapore,  una difficoltà a  comprendersi. Muta in 46- Ascendere

4- L’esercito si ritira. Nessuna macchia. La situazione non può svilupparsi oltre ed è inutile insistere; ci si sbarazza di un peso che ha inutilmente impegnato le nostre energie.  Muta in 40 Liberazione

5-  Nel campo vi è selvaggina ed è propizio catturarla. Nessuna macchia. Il più anziano conduca l’esercito. Il meno anziano conduce cadaveri, allora perseveranza reca sciagura. L’impresa si presenta ricca di opportunità e si deve operare per coglierle. E’ importante in questa situazione che sia il più esperto a guidare e dirigere il da farsi; se invece si da spazio a chi avventatamente e con la sua inesperienza cerca di dirigere le cose si resta intrappolati in una situazione da cui non sarà facile uscire. Muta in 29  Abissale

6-  Il grande principe emana ordini, fonda stati, infeuda famiglie. Uomini comuni non vanno impiegati.  L’impresa è superata con successo e chi ha tenuto fede agli impegni viene premiato con terre e benefici. Solo chi si dimostra all’altezza delle consistenti aspettative del principe riceve alla fine la sua considerazione. Gli altri, più deboli ed esitanti, non hanno un trattamento così generoso, ma vengono ricompensati con benefici minori. Qualcuno con polso fermo pretende disciplina e fedeltà da coloro che gli stanno intorno. Non per tutti è facile essere all’altezza di una persona del genere. Muta in 4 Inesperienza

 

Comments are closed.