Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Esagramma 62- La Preponderanza del Piccolo

h 62Il Tuono, l’eccitante sta sul Monte, l’arresto. Ne consegue difficoltà a muoversi tra le cose, oppresse da pericoli. Le linee chiare che potrebbero agire sono al centro, sotto e sopra trattenute da ostacoli che solo in parte si possono risolvere. Un uccello con la sua animica presenza annuncia di restare bassi, in silenzio e dietro le quinte, e di attenersi a questo. C’è pericolo dovunque, sottoforma dei cacciatori annidati nel campo e da cui guardarsi. L’unica via d’uscita è nascondersi e passare inosservati, mentre si lavora nel piccolo.

Sentenza La preponderanza del piccolo. Riuscita. Propizia è perseveranza. Si facciano pure cose piccole, non si devono fare cose grandi. L’uccello reca in volo il messaggio: non è bene aspirare verso l’alto, è bene rimanere in basso. Grande salute!

Il piccolo è rappresentato dalle vie yin e oscure che trattengono lo sviluppo. Per avere riuscita ci si dedica alle cose marginali, curando a lungo aspetti secondari implicati nella situazione. Non c’è forza necessaria per affrontare grandi cambiamenti. Il trigramma interno Tui indica discorsi e parole, pronunciati con l’intento di evitare mosse drastiche e impegnative.  Si deve fare  il minimo indispensabile, così ne viene grande salute.

Immagine

Sul monte è il tuono, l’immagine della preponderanza del piccolo. Così il nobile nel comportamento dà preponderanza all’ossequio. In avvenimenti luttuosi dà preponderanza al cordoglio. Nelle sue spese dà preponderanza alla parsimonia.

Il tuono sul monte fa udire in lontananza il suo rombo. L’impulso eccitante si allontana mentre ristrettezze e malinconie si avvicinano. Anche se abbiamo fatto del nostro meglio ci sono distanze che non si riescono a colmare e limiti che non si possono superare. Negli avvenimenti a cui andiamo incontro bisogna essere  più sinceramente dispiaciuti quando vi sono cause di tristezza; evitare di spendere denaro, se ci si trova a dover investire una somma; e in generale a ridimensionare e moderare i propri piani e il proprio comportamento.

bird ex 62Linee di Mutazione

1- L’uccello volando finisce in sciagura. Ciò che deve restare piccolo vuole elevarsi e ingrandirsi. Bisogna mettere un freno o si finisce in sciagura.  Muta in 55, Abbondanza.

2- Ella passa accanto all’avo e poi incontra l’ava. Egli non raggiunge il suo principe e incontra il funzionario. Nessuna macchia. Si cerca una cosa ma se ne trova un’altra. Grandi piani si ridimensionano in più piccoli ma nondimeno fertili sponde. Se si cerca di rimanere umili e giusti senza elevate aspirazioni, si trova nutrimento inaspettato. Muta in 32, Durata

3- Se non si procede con straordinaria cautela, qualcuno può venire da dietro e ci colpisce. Sciagura!  Ci siamo spinti troppo avanti mentre le cose dovevano restare piccole. Ora arriva il contraccolpo delle nostre azioni. Qualcuno ci infligge un duro colpo a tradimento. Muta in 16, Fervore

4- Nessuna macchia. Senza passargli accanto lo incontra. Andare comporta pericolo. Bisogna guardarsi. Non agire, sii durevolmente perseverante. Alla fine si incontrano, da lontano, ma ciò non comporta né danno né guadagno. Proseguire da questa parte è per noi svantaggioso. La miglior cosa è fermarsi a lungo, senza prendere nessuna iniziativa. Muta in 15, Modestia

5- Dense nubi, nessuna pioggia dalla nostra contrada occidentale. Il principe tira e colpisce quello nella caverna. La linea è debole e incapace di operare un cambiamento; si aspetta, in ansia e tensione, ma nulla accade. Si colpisce  qualcuno che sta nascosto nell’ombra, fuori dalla vista. Muta in 31- Stimolazione

6Senza incontrarlo gli passa accanto. L’uccello in volo lo abbandona. Sciagura! Questo significa sventura e danno. Si sta perdendo tempo e si è fuori strada. I contatti si perdono, non c’è possibilità di incontro, si è esagerato in tutto. Non avremmo dovuto spingere le cose così all’estremo. Muta in 56, il Viandante

 

 

 

Comments are closed.