Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Esagramma 56, linea 4.

Qualunque sia la causa per cui la grandezza si esaurisce è sicuro che essa perde la sua patria.

Questo significa Viandante. Che, inoltre, viaggia in solitudine.

E’ l’analisi della situazione in cui ti trovi: se in passato c’è stata grandezza o soddisfazione, ora è svanita; perché o come non ha importanza, forse è stata la mancata volontà di dare di più, e non hai avuto l’energia per ribellarti agli ostacoli. Qualcosa è accaduto e ciò che avevi saldamente costruito ora, si allontana. Un grande cambiamento è già  avvenuto, ed ora in solitudine il viaggio verso un nuovo equilibrio è iniziato.

Il viandante riposa dove ha trovato alloggio. Egli ottiene il suo possesso e un’ascia. Il mio cuore non è lieto.

Sei costretta ad accontentarti di una posizione inusuale.

Non tutto è perduto ma per conservare ciò che è tuo devi combattere, sempre stare in guardia. Vi è contrasto, conflitto, opposizione, difficoltà a capirsi;  è una brutta situazione destinata a mutare con un tuo allontanamento dalla fonte del problema. Resterai ferma per un bel pò, fino a che ti sentirai estranea al problema. Il problema non si allontanerà, ma tu cambierai atteggiamento. Non far caso a ciò che ti circonda, va avanti per la tua strada, fai le cose da te stessa e per te stessa. Vi è divisione, estraniamento, ma non è un male  allontanarsi, non è un male estraniarsi da ciò che preoccupa ed è difficile. Stare fermi permette a ciò che ancora immaturo e distante di crescere e definirsi. Questa è una stasi fisiologica, un allontanamento salutare da una preoccupazione che in fondo non ci riguarda, perché si conosce la nobilissima arte dell’accontentarsi.

Nessuna macchia.

 

Lascia un commento