Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

XXXVIII Kwei- 38 Contrapposizione (J. Legge)

Kwei indica che (nonostante lo stato di cose che descrive) in piccolo ci sarà (ancora) buon successo.

1-Il primo NOVE, intero, mostra che le occasioni di pentimento svaniscono (nel soggetto). Egli ha perduto i suoi cavalli, ma non deve cercarli; essi ritornano da soli. Se incontra uomini malvagi egli non commette errori (camminando con loro).

2- Il secondo NOVE, intero, mostra il soggetto che incontra per caso il suo signore in un vicolo stretto. Nessun errore.

3- Nel terzo SEI, spezzato,si vede uno il cui carro è trascinato indietro mentre il bestiame all’interno è spinto all’indietro e a lui stesso viene rasato il capo e tagliato il naso. C’è un inizio non buono ma ci sarà una buona conclusione.

4- Il quarto NOVE, intero, mostra il soggetto da solo nella (dominante) disunione. Ma egli incontra un buon uomo (rappresentato dalla prima linea) ed essi mescolano i loro sinceri desideri. La posizione è pericolosa ma nessun errore.

5- Il quinto SEI, spezzato, mostra che (per il soggetto) scompaiono le occasioni di pentimento. Con il suo compagno (il ministro, egli si unisce prontamente e sinceramente) come se mordesse un pezzo di pelle. Andando avanti (in questo modo benefico) che errore può esserci?

6- L’ultimo SEI, spezzato, mostra il soggetto solo nella (incipiente) disunione. A lui sembra di vedere (il soggetto della terza linea come) un maiale sporco di fango e immagina un carro pieno di fantasmi. All’inizio tende l’arco verso di lui, e dopo ripone l’arco (poiché egli scopre) che non è un assalitore che vuole fargli del male ma uno stretto familiare. Andando avanti egli incontrerà la pioggia e ci sarà buona fortuna.

Esagramma 38 Contrapposizione

Lascia un commento