Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

13.3>25 Innocenza – E’ il momento di una pausa?

13- Associazione

Persone che  hanno a cuore le stesse cose e le condividono pubblicamente. Stare con gli altri è bello quando vi è sincerità e fiducia. Il nobile deve individuare come ripartire le stirpi, ( colleghi, amici, parenti) e distinguere chi è degno di fiducia e chi no. Prendersi una pausa? Si’ ma non da tutto e tutti. Non da ciò che ha affinità sicura con noi. In questo caso bisogna agire e anche  attraversare la grande acqua, impegnandosi in imprese produttive, senza farsi abbattere.

13.3

Nasconde armi nella fratta. Sale sull’alta collina antistante. Per tre anni egli non si solleva. Si prende una pausa, depone le armi. Contempla da lontano, indeciso sul da farsi. Non si muove per lungo tempo. Uno che guarda da lontano, senza agire.

25- Innocenza

Integrità interiore. Vi è sublime riuscita ma solo se si è sinceri. Ecco avvicinarsi gli altri con semplicità e senza egoismo, al tempo e momento giusto.

Occorre qui agire, non fermarsi o prendersi una pausa distaccandosi da tutto. Ciò è ribadito anche nella linea 3 del 25, l’altra sfaccettatura di ciò che succederebbe nel caso in cui la pausa, contemplando le cose da lontano e senza agire, si protraesse troppo: nella nostra semplicità, disinteressandoci alle cose, si rischia di perdere ciò che si ha, e il danno sarebbe generale.

25.3

Disgrazia immeritata. La mucca legata da qualcuno allo steccato  è il guadagno del viandante, la perdita del proprietario.

 

 

Lascia un commento