Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

43.1.2.3>45 Raccolta

43.1.2.3>45 Raccolta

43 Straripamento – Gli argini sono stati superati, i limiti oltrepassati; la situazione è allarmante e con decisione   bisogna prendere provvedimenti, spiegando a chi ha l’autorità e può intervenire, le condizioni di disagio generale in cui ci si trova. Bisogna proclamare la verità chiaramente, e con serietà riferire  quali sono le difficoltà presenti. Ma c’è un pericolo: bisogna avvisare chi è affine, una cerchia di persone coinvolte, di non prendere le armi, di non irritarsi e  reagire con la violenza. Bisogna comunque fare qualcosa e  avviare una strategia risolutiva per rimuovere l’ostacolo.

43.1 –Potente nelle dita dei piedi che avanzano. Nell’andare senza essere all’altezza del compito si commette un errore. Si vuole fare tanto, si dichiarano le proprie intenzioni di voler prendere una strada ma alla fine su quella strada si sanno fare solo  piccoli passi. La linea incontra resistenza a salire, pur avendo impazienza e volontà di muoversi. Ma il compito è al di là delle forze che si possiedono. Quando si intraprende qualcosa, bisogna essere all’altezza del compito. Meglio non agire così.

43.2 – Allarme. Di sera e di notte armi. Non temere nulla. Un allarme nella notte: bisogna essere cauti, comprendere che il pericolo e le difficoltà ci circondano, restare allerta soprattutto di notte, quando meno uno se lo aspetta. I tentativi ostili però non possono colpire chi è già preparato e pronto alla loro comparsa, perciò non c’è nulla di cui preoccuparsi.

43.3 – Essere potenti negli zigomi reca sciagura. Il nobile è fermamente deciso. Egli cammina solitario e incorre nella pioggia. Egli viene spruzzato e si mormora contro di lui. Nessuna macchia. La linea entra in Tui, e si fanno dei discorsi. Le parole che si dicono  non servono a nulla anzi peggiorano la situazione. Il nobile va avanti deciso da solo e trova la pioggia, altri discorsi e parole,  da cui viene spruzzato; egli è incompreso e quindi anche giudicato male dagli altri, che sparlano di lui. Ma egli agisce in consonanza con i suoi più veri convincimenti, quindi per lui non ci sono cause di futuri rimpianti.

45 Raccolta

Raccolta si riferisce a un tempo in cui l’alto e il basso si raccolgono insieme, il re e i ministri sono in accordo tra loro e l’armonia regna espandendosi sul popolo. L’unione fertile tra i vari elementi che si raccolgono insieme  può essere mantenuta avvicinandosi al ‘tempio’, dove il grande uomo, dotato di saggezza e discernimento, può dare consiglio e aiuto, rendendoci capaci di compiere l’unione, con la perseveranza e la sincerità.

 

Lascia un commento