Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Lettura dei lanci.

Esagramma 56 che muta nel 64 – Con la fine un inizio.

L’esagramma 56, il Viandante è costituito dai due segni: Monte, che sta sotto, e il Fuoco che gli divampa sopra. Il monte è immobile mentre  il fuoco si disperde: gli elementi hanno diverse nature e non rimangono insieme.
Terre straniere e separazione sono la sorte del viandante, dice Wilhelm.
Quando ci sono dissidi dovuti ad incompatibilità di vario tipo  andarsene e chiudere la porta, senza tergiversare, è ciò che si deve fare.

Il nobile è chiaro e cauto nell’applicare le punizioni e non tira per le lunghe i litigi. E’ una situazione in cui viene amministrata una punizione dovuta e giusta e non bisogna pentirsene o esserne timorosi: si può agire contro  le  propensioni sbagliate e castelli di carta  che ci hanno condotto dove siamo.  Pian piano si  comprende qual è la cosa giusta, e poi la si mette in pratica, senza ripensamenti.
Piccole soddisfazioni.

Linea 2-

Il viandante giunge alla locanda.

Ha il suo possesso con sé.

Egli ottiene la perseveranza di un giovane servitore.

Si è giunti in un luogo sicuro e stabile: una comoda situazione di equilibrio, in cui si resta volentieri.  Pur nella solitudine, c’è qualcuno o qualcosa che ci è vicino e ci è utile. Il Viandante è solo ma si adagia in una situazione abbastanza piacevole che potrebbe durare.
Linea 3-

Al viandante brucia la locanda.

Egli perde la perseveranza  del suo giovane servitore. Pericolo.

La bella e piacevole situazione di sicurezza e agiatezza va in fumo. La situazione precipita e vi è un distacco. Qualcosa che è durato per lungo tempo viene perduto. Il pericolo risiede nella solitudine conseguente alla perdita che si affronta. Ma il Viandante persevera e non si guarda indietro. Lascia andare, chiaro e cauto, compie azioni giuste e non ci piange sopra.

La situazione si muove verso l’Esagramma 64, Prima del Compimento: l’Abisso è sotto e il Fuoco sopra, e la separazione dal passato è definitiva. Segue un periodo di assestamento prima di definire nuove vie. Ora le strade si aprono in nuove direzioni, che presto si sarà chiamati a scegliere. Attenzione a non bagnarsi la coda, tornando a vecchie storie che è bene lasciarsi alle spalle. Il pericolo di un ritorno al passato è tangibile; cadendo in questa debolezza nulla è propizio.

Il Viandante è uno che cerca e in cuor suo vuole arrivare all'arcobaleno. Le esperienze belle o brutte sono incontri sulla strada e non rimarrano stabili. Ora si guardi avanti e si distingua il vecchio dal nuovo, riponendo nel passato ciò che non serve più.

Il Viandante è uno che cerca e in cuor suo vuole arrivare all’arcobaleno. Le esperienze belle o brutte sono incontri sulla strada e non rimarrano stabili.
Ora si guardi avanti e si distingua il vecchio dal nuovo, riponendo nel passato ciò che non serve più.


48,1.3.5 >19

Lettura per Alessandro

Il legame con questa persona, anche se è una profonda amicizia e non amore o passione, è un punto fermo che non cambierà. Cercare di trasformarlo in altro causa che ‘la corda si spezzi’, quindi allontanamento definitivo. Yi consiglia di restare fedele al tuo ruolo di amico, anche se ciò ti costa fatica e delusione (1,3) e di coltivare questa amicizia come qualcosa di comunque speciale(5). In seguito vi sarà avvicinamento significativo, ma non ancora la corrispondenza affettiva nel senso che tu cerchi.

E.


60, 3.4 >43

Lettura per Francesca

La situazione tra te e il tuo compagno è limitata sia da cause esterne sia da una tua confusione di fondo. Yi consiglia di fare chiarezza su ciò che vuoi ottenere, e non sottostare a compromessi che conducono a future situazioni negative (linea 3). Riuscire a sgombrare il campo da situazioni ambigue come quella da te descritta riguardo il tuo compagno che va e viene, aiuta a riportare ordine e stabilità (linea 4). Occorre portare alla luce ed esprimere apertamente tutti i tuoi dubbi  sulla vostra relazione e prenderne le distanze (43).

Secondo lancio, 50,1.3>38

Ci sarebbero potuti essere sviluppi positivi con quest’ altra persona ma la presenza di vincoli con altri non lo hanno reso possibile (1). La situazione non può progredire, fino a che non è ripristinata la chiarezza e si è fatta pulizia (3). Per adesso c’ è allontanamento e distacco e possono verificarsi solo piccole cose, niente di più (43).

 

 


40.6>64

Lettura per Monica

L’esagramma 40 è connesso allo scioglimento di nodi e dubbi e il restauro di una situazione priva di vincoli. La linea 6:

Il principe tira a uno sparviero su un alto muro. Egli lo abbatte. Tutto è propizio.

Lo sparviero simbolizza una minaccia o pericolo, il suo abbattimento è quindi un atto che assicura pace e stabilità. Nel 64 si parla di incompiutezza e di una mezza vittoria, ma anche di speranza per il futuro.

Se reagisci, rifiutando le condizioni sconvenienti e difficili che ti sono imposte, anche se questo passaggio porterà svantaggi e un periodo di difficoltà, può condurti a futuri sviluppi in altri campi.


2, 1.2.3.4.6. > 14 – Il Ricettivo che muta nel Possesso Grande.

Caro M.

Tutte le linee del 2, il Ricettivo, mutano tranne la quinta, che dice: Veste inferiore gialla reca sublime salute.Io penso che sia questa immutabile quinta linea del Ricettivo a mantenerti saldo in un momento di massimo scompiglio: questa linea dice che ciò che sta sotto, o dentro, o comunque celato agli altri, alla fine salva e guarisce. Ciò che sta dentro e nascosto non muta, e mentre tutte le altre linee si trasformano, essa diventa ancora linea dominante del 14, il Possesso Grande: chi dice il vero con dignità ha salute. La combinazione ha sublime riuscita, io penso che però Yi suggerisca di prestare attenzione ai veri motivi, sia esteriori che interiori, per la situazione in cui ti trovi. E che allora vi sarà del guadagno, sublime guadagno, ma di che natura, se spirituale o concreta, non saprei dirlo. Tutta la situazione del Ricettivo espone immagini di difficoltà che si tenta di risolvere, mutando una dopo l’altra in ulteriori possibili passi falsi. Come nel ventre materno, tutto si sta formando: brina che diventa ghiaccio, un’estraneità che si manifesta, cose nascoste, decisioni e alla fine draghi che si combattono nel sangue,(sesta linea). Eppure in tutto questo, hai continuato a crederci e a sperare. Penso che Yi voglia dirti che devi trovare un equilibrio interiore, di sincerità e pace, lasciando spazio al tenero che prende il posto d’onore, cioè la tua ricchezza spirituale, in cui potrebbe figurare il perdono. Resta saldo, andrà tutto bene.


19, 2.6 > 27

19- Avvicinamento. Sei in contatto con persone o situazioni ambigue. Grazie alla tua integrità e la fondamentale onestà possono risolversi e mutare. Aiuta con la tua esperienza qualcuno che ora ne ha bisogno e sta attraversando il tuo stesso pericolo. In seguito vi sarà un ritorno dell’Ombra con le sue tristi trame. Guida e non lasciarti guidare da essa.

2- Fiducia e condivisione  con altri con il tuo stesso problema.

6- L’Ombra è allettante ma per ora debole; deciso distacco per voltare pagina   e ritornare  a te.

27- Nutrimento. Moderazione nei fatti e nelle parole; si distingue tra ciò che nutre e ciò che toglie nutrimento. Allontanamento da chiacchiere e pettegolezzi.


20 2. 3. 4. 6. > 28

20- Contemplazione. Anche se si nutrono speranze la situazione sta terminando il suo corso. Se ne tragga insegnamento per il futuro.

2- Guardare e sospirare speranzosi non può cambiare la situazione.

3- In bilico tra andare avanti o arretrare, abbiamo noi la scelta, non altri.

4- Nulla più che un riflesso e briciole rispetto a ciò che si spera.

6- Nonostante molta difficoltà si continua a sperare. Un pesante passato ci lega e condiziona.

28- Preponderanza del grande.Tempo di muoversi e spostarsi in luoghi più sicuri, prima di essere travolti dalla valanga. Situazione bloccata da tenaci forze esterne.


2.1.4.5 > 17 e 17.4.6. > 42

Domanda :

E’ l’amore della mia vita ?

Interpretazione :

Probabilmente lo potrebbe diventare. Allo stato attuale il vostro rapporto sta fiorendo, consideralo una piantina appena sbocciata che devi accudire.

Il consiglio che Yi ti dà è di non forzare i tempi, devi soltanto essere ricettiva, ricorda che ciò che ti spinge a reagire non agevola la tua crescita e che questo momento di quiete e amore deve essere difeso dai pensieri di lotta e sfide, tutti provenienti da disturbi e ostacoli. Se riesci a superare le infinite sollecitazioni di muoverti verso obiettivi per ora immaturi, la strada sarà sempre liscia, e spianata verso una fioritura per ora inimmaginabile.

Però fai attenzione che qualche piccolo problema in vista c’è, potrebbe trattarsi di una rivale o di qualche persona in generale a cui il vostro rapporto dà fastidio. Devi usare la furbizia ed un basso profilo, fa in modo che nessuno si accorga che la vostra relazione sta diventando una cosa seria.

Facendo così otterrai anche un altro importante risultato, ti sarai gettata alle spalle un vecchio fardello, qualcosa che ora per te è solo ingombrante e nulla più. Se vai avanti il vecchio deve essere lasciato indietro, il minore deve fare spazio al maggiore che in questo momento si sta affacciando.

Dal secondo lancio che hai fatto gli stessi concetti vengono rafforzati, Yi ti invita ancora alla prudenza e a non forzare troppo la mano.

Infatti quando ci si imbatte in ripetuti ostacoli e ci si ostina a volere fare di testa propria pur di arrivare alla meta inafferrabile, si perde la chiarezza e si compiono azioni dannose; se si agisce senza compiacere altri che se stessi, si finisce in un vicolo cieco. Questo è vero in ogni momento della vita e soprattutto ora in cui è necessario ritirarsi e accettare con serenità il passaggio dal vecchio al nuovo. Se però smetterai di forzare e darai alle cose il giusto tempo di maturare allora la riuscita ci sarà senz’altro poiché sul tuo cammino hai trovato un’anima a te affine.


38 .3.5 > 1

Quale sarà l’esito della nostra relazione nel breve periodo ?
38.3.5 > 1
Stai commettendo un errore comune , stai cercando un affinità con chi ha troppe differenze con te. Perchè  ti ostini a volerlo cambiare o a voler ignorare che le differenze tra voi ci sono ?
Qui vi è come una forzatura innaturale a ricomporre gli opposti, poiché ciò che va per la sua strada deve essere lasciato andare, se non vogliamo creare ennesime mostruosità: il che ci porterebbe dritti al dolore. A volte nella nostra vita si presentano visioni seducenti a cui vogliamo accedere, e che ci darebbero tanta gioia e felicità, quasi sembrano risolutive per darci la pace agognata da tempo. Ma non è così: attorno a questo desiderio ci sono molte e diverse paure che stiamo cercando di azzerare, facendo un passo che invece di liberarci ci porterebbe al caos.
Conclusione:
Nonostante l’affetto ed affinità probabilmente la vostra non è un’unione destinata a durare. Diversi errori sono stati fatti, errori di valutazione , di sovrastima delle proprie forze e di sottostima di differenze e influenze. Ora un lungo percorso ti attende ma la presenza ricorrente del Creativo lascia ben sperare, alla fine ne uscirà una persona nuova , più forte e più leggera poichè tutto il fardello che ora si porta addosso sarà semplicemente lavato via dalla vita stessa, devi solo assecondarla.

Esagramma 29.6 > 59

Lui è l’uomo giusto per me ?
29.6 > 59
Mi spiace ma no, lui non è la persona che ti porterà la felicità ma comunque ha un ruolo centrale nel tuo percorso , probabilmente se nn l’avessi incontrato non avresti avuto l’occasione di progredire.  Devi lasciarti andare, non cercare di combattere ulteriormente , lasciati trasportare dagli eventi e maturare insieme ad essi. Non è possibile dire ora dove approderai o cosa diventerai ma sicuramente sarai una persona ripulita, nuova. La cicatrice ti rimarrà e la traversata sarà dura e tu dovrai essere morbida cercando di adattarti con fluidità agli eventi non contrastandoli, ma adesso non hai altra scelta che viverti in pieno tutto ciò che ti arriverà.
Anche in questo lancio l’oracolo , tramite la 6° linea mutante , ti dice che sei caduta in un luogo pieno di pericoli; una fossa dentro la fossa. La mancanza di familiarità potrebbe avervi indotto a sovrastimare le vostra capacità e a commettere una serie di errori di disattenzione.
Sei chiamato ad un grande compito adesso, devi scegliere se essere te stessa oppure cedere alle lusinghe della mente: i piani, i complotti, le speranze e le paure, tutto quel fardello di pietre che ti stai trascinando dietro da tanto tempo. E’ il momento di fare un passo oltre per   affrontare quello che è tempo che si affronti.  Questo è ciò che accade ora, il vento disperde le nebbie facendo posto  alla guarigione, e tu devi lasciar  andare quelle pietre che ti ostini a portare; salutando così il tempo del silenzio e della paura. Paura di arrendersi e di lasciar andare, per mantenere quell’identità che ora non ti calza più. L’esagramma risultante il 59 ti dice di andare avanti, dice  di fare un passo , il passo e lasciar andare, cioè di arrenderti alla corrente sotterranea che ti porta dove tutto si risolve, ed è pacificato. Andrà tutto bene.

Esagramma 12.1.2.3 > 1

Torneremo insieme nel 2016?
No, la situazione è per ora bloccata.
Devi fermati un secondo e riflettere sul tuo passato, probabilmente hai commesso un errore perchè troppo “presa” da questa storia, un errore dovuto ad una certa mancanza di lucidità. Essere innamorati porta a trascurare la nostra parte razionale e ad ignorare volontariamente alcune cose, sgradevoli per il nostro sogno,  che invece andrebbero ponderate ed analizzate . Sei sicura di aver considerato tutta la situazione in ogni suo aspetto ? Sei sicura di aver tenuto conto del rapporto che lui ha con la sua famiglia e dell’influenza che loro hanno su di lui ?
Esiste anche la possibilità che qualcuno (lui ?) non sia stato completamente onesto con te o che ti abbia omesso qualche informazione importante, potresti non avere ben chiari i confini della situazione nella quale ti trovi.
Fondamentalmente l’oracolo ti dice che hai sopravvalutato  le tue forze, i suoi sentimenti o entrambe le cose: volevi il sogno e solo quello hai visto.
Allora come dovresti comportarti ? Ti viene indicata la via del silenzio, non confidarti , non rivelare i tuoi pensieri , ma medita e fai chiarezza prima in te e poi esternamente. Attendi che qualcosa si smuova perchè c’è anche del buono in questa storia, non fare l’errore di cedere alla tentazione di gettarti tutto alle spalle bollando l’intera storia come un “grosso errore”. I giochi nn sono chiusi: il ristagno muta nel creativo, e così tu muterai con lui infatti la situazione si presenta colma della massima creatività, mai come in questo momento  sei pronta per compiere ciò che da tantissimo tempo stai cercando di fare, a tentoni e lottando. Non è ancora compiuto, qui c’è la Potenzialità, l’occasione e la forza. Qui  c’è l’opportunità  di tirarti fuori dalle cose che ostacolano, dai legacci angustianti del non-sapere, non-riuscire, non-avere forza. Nel Creativo, ora, c’è  la forza per liberarsi da tutte le ombre. Nulla è ancora compiuto e finito, nulla ancora è iniziato, ma finalmente può cominciare il primo passo verso il rinnovamento, poiché tutte le circostanze sono favorevoli.  Ci vorrà pazienza, cura e nutrimento, ma hai atteso per tanto tempo, alla cieca camminando a tentoni, lasciando fermentare dentro di te le forze sia dell’oscurità che della luce. E adesso, emerge la comprensione: ora puoi capire e trovare ciò che cerchi.

Esagramma 17. 4.5 > 24

17 Il seguire che muta in 24 Ritorno.

17. 4– Il seguire crea riuscita. Perseveranza reca sciagura. Percorrere la via con veracità reca chiarezza. Come potrebbe questo essere una macchia? Quando ci si imbatte in ripetuti ostacoli e ci si ostina a volere fare di testa propria pur di arrivare alla meta inafferrabile, si perde la chiarezza e si compiono azioni dannose; se si agisce senza compiacere ad altri che se stessi  si finisce in un vicolo cieco. Questo è vero in ogni momento della vita e soprattutto ora in cui è necessario ritirarsi e accettare con serenità il passaggio dal vecchio al nuovo. Muta in 3, Difficoltà iniziale: ricordarsi di quando si è finiti in difficoltà  rinsalda il desiderio di uscire dall’empasse in cui si è finiti.

17.5Verace nel bene. Salute!  E’ un momento di grande attività e movimento, in cui la situazione esterna rispecchia  e soddisfa i nostri bisogni profondi. La sincerità è la chiave di tutto.

24 – Ritorno

Rinascita. Possibilità di gettare le basi per un nuovo inizio fruttuoso  e in linea  con il giusto agire. Viaggi e spostamenti.


64 4.6 > 7 – Prendi in mano la situazione.

 

Il fuoco è al di sopra dell'acqua: l'immagine delle cose prima del compimento. Così il nobile è prudente nel descrivere le cose, affinché ciascuna vada al suo posto. (W) Sotto- Kan, l'Abissale, acqua: pericolo, rischio, blocco dell'esteriore in favore dell'interiore, trasformazione, il mondo inconscio. Sopra - Li, Fuoco, il fulmine : splendore, gioia, apice, chiarezza di visione, intuizione.

Il fuoco è al di sopra dell’acqua: l’immagine delle cose prima del compimento. Così il nobile è prudente nel descrivere le cose, affinché ciascuna vada al suo posto. (W)
Sotto- Kan, l’Abissale, acqua: pericolo, rischio, blocco dell’esteriore in favore dell’interiore, trasformazione, il mondo inconscio.
Sopra – Li, Fuoco, il fulmine : splendore, gioia, apice, chiarezza di visione, intuizione.

Prima del compimento. Riuscita. Ma se la piccola volpe, quando ha quasi compiuto il passaggio, finisce con la coda nell’acqua, allora non vi è nulla che sia propizio.

Si descrive una situazione di passaggio e di transizione verso un promettente futuro, che comporta rischi.

In rapporto alla Domanda, queste sono le indicazioni:

64.4 – Perseveranza reca salute. Pentimento svanisce. Scuotimento per punire il paese dei diavoli. Per tre anni si danno in premio grandi signorie. Andare avanti nell’impresa ed emendare errori passati.  Sbarazzarsi di persone e atteggiamenti disgreganti del passato per aprire la via a cambiamenti positivi.  Lasciare che la completa decadenza di ciò che non serve più si compia.

64.6 – In vera fiducia si beve vino. Nessuna macchia. Ma se ci si bagna la testa, in verità la si perde.  Il compimento avviene per il meglio e si ottiene un certo successo; ma non bisogna esagerare nel volere più di quanto si ha già.

Esagramma risultante

7 , Esercito.

Mettere insieme  dettagli, unificare e dare direzione produttiva alle cose; una situazione consolidata si trasforma radicalmente grazie ad unione costruttiva; guidare un team con uno scopo comune. Imporre la propria volontà  per definire una situazione controversa agendo in base e a ciò che si ritiene giusto e non per compiacere ad altri.

 


Insieme-2.2 > 7

2- Kun, Terra. (il Ricettivo)

Il Ricettivo opera sublime riuscita,

propizio per la perseveranza di una cavalla.

Se il nobile ha qualcosa da imprendere e vuole procedere si smarrisce;

se invece segue, trova una guida.

Tranquilla perseveranza reca salute.

Lo stato della terra è l’accogliente dedizione .

Così il nobile sorregge con l’ampiezza della sua natura il mondo esterno.

Dedizione, attese, fiducia; si aspetta l’intervento dell’altro. E’ lui che guida nella situazione e se ci si lascia guidare si ha sublime riuscita.

Linea 2.2

Diritto, rettangolare, grande.

Senza intenzione pur nulla rimane trascurato.

E’ la linea essenziale di Kun, e ne distilla l’essenza. Come chi si ritrova in una casa costruita intorno e non ha fatto niente per procurarsela, la situazione andrà a compimento in modo naturale. Ciò implica avere  fiducia  in lui, e non indulgere in dubbi.

7- Moltitudine

L’esercito ha bisogno di perseveranza e di un uomo forte. Salute senza macchia.

Il Nobile, magnanimo verso il popolo accresce le sue masse.

Vi sarà unione, una meta comune. Molte persone sono insieme, genitori e figli.

 

 

 


Esagramma 59.6 > 29 -Dissoluzioni sull’orlo dell’abisso.

La dissoluzione. Riuscita.

Il re si avvicina al suo tempio.

Propizio è attraversare la grande acqua.

Propizia è perseveranza.

Il karma che si delinea è di riuscita.

Il fiume è gelato; si scava nel ghiaccio con dei coltelli, per rompere la crosta. Ora  i ghiaccioli tra le mani si sciolgono, dissolvendosi nell’acqua. Qualcosa viene lasciato andare, qualcosa passa oltre, qualcosa di pericoloso deve passare oltre.

Sotto vi è Kan, l’Abissale, pericolo. Sopra il Mite, Vento che con dolcezza sblocca l’incertezza e indica la direzione da prendere.

Linea 6

Egli dissolve il suo sangue.

Andarsene, tenersi lontani, uscire è senza macchia.

Disimpegno da qualcosa che può compromettere  il futuro creando situazioni negative, e che aprirebbero le porte a tempi difficili. Non ne vale la pena. Proseguendo si va nel 29, l’Abissale, il massimo pericolo, dove sono in agguato ardue prove. Per evitare tutto questo, meglio ritirarsi, non proseguire. Sei ancora in tempo se non vuoi cadere.

Tieni il pericolo a distanza.

59.6 to 29

 

 

 

 


Esagramma 58 – Il Sereno

Lago, serenità- su Lago. Le linee yin, oscure, rallegrano e spingono il dinamismo della situazione con la contentezza gioiosa del lago che bagna e rende fertili le sponde: ripetutemente vi è contatto, ripetutamente discorsi e scambi contribuiscono a rendere più ricca e produttiva la situazione; ma occorre perseverare se si vuole comprendere ed essere compresi, se si vuole che la situazione sia fruttifera. Occorre quindi impegno e ripetere più volte e tentare più volte – perché  la situazione va lavorata e modellata – soprattutto con la nostra disponibilità a chiarire e spiegare, in modo da ricevere, in cambio, la risposta utile. Il successo è legato essenzialmente all’impegno, alla perseveranza e a quanto si è disposti ad aprirsi per conseguire accordo. Tui significa lago e bocca. La ripetizione della bocca significa discussione, la ripetizione del lago significa l’esercizio. Vi sono dunque ripetute esperienze di scambio e contatto.

Sentenza Il sereno. Riuscita.  Propizia è perseveranza.

L’idea espressa dall’Esagramma 58  è quella di un seme che viene fertilizzato grazie al contributo  degli altri.  Vi è crescita attraverso il reiterato e ripetuto influsso di qualcuno o qualcosa.

Immagine Laghi che riposano l’uno sull’altro: l’immagine del sereno. Così il nobile si riunisce con i suoi amici per discutere ed esercitarsi.

In questa situazione si hanno accanto persone con cui parlare e agire perché allo stesso livello ricettivo  e con gli stessi interessi; così, serenamente e senza volersi imporre,  facendo posto alla fiducia e stima reciproca,  senza secondi fini, si fa esperienza di una gioiosa tranquillità che dura nel tempo. Nel restare semplici nel dire e autentici nel fare ci si confronta e si approfondiscono amicizie e simpatie, formando legami e cammini che in futuro si svilupperanno ulteriormente. L’ideogramma del Sereno rappresenta un uomo che parla verso l’alto, verso il Cielo. In questo momento è bene fare tutto ciò che è connesso con conversazioni e incontri, con l’imparare e l’insegnare; vi sono opportunità e possibilità di  sviluppi in seguito.

Parole chiave: Discutere, mettere a punto, migliorare. Utilizzare l’esperienza con gli altri   per affinare la futura direzione. Insistenza nel confrontarsi. Potere di  persuasione, possibilità di apertura ed espressione.  Molteplici esperienze di scambio e contatto.

Linee

1- Serenità appagata. Salute! Forte e chiara la linea iniziale, nessun dubbio e avviarsi in questa direzione, voltando le spalle a atteggiamenti negativi presenti in passato verso le persone e le situazioni di cui si chiede. Muta in 47 – Oppressione

2- Serenità verace. Salute! Pentimento svanisce.  La fiducia che si dà a qualcuno è ben riposta; si è in una situazione che può accoglierci e arricchirci.  Non temere di proseguire. Muta in 17 – Il Seguire

3- Serenità che sopraggiunge. Sciagura! Qualcuno o qualcosa sopraggiunge dall’esterno, portando una certa piacevole ventata di novità. In realtà non lascerà traccia in termini di nostra evoluzione personale, è solo divertimento destinato a scomparire nel tempo. Muta in 43- Straripamento

4- Serenità ponderata non si acquieta. Eliminati i difetti si ha letizia. Ci sono piccoli equivoci presenti nella situazione ed occorre sorvegliare le proprie motivazioni più che quelle degli altri.  Poi agire, serenamente e senza rimpianti. Muta in 60- Limiti

5- Veracità verso ciò che disgrega è pericolosa. Non si può accogliere tutto e tutti, accettando situazioni di compromesso; così c’è il pericolo di farsi portare fuori strada compiendo qualcosa di disgregante per se stessi e il proprio bene. Muta in 54 – La Ragazza che si sposa

6- Serenità seducente.  La situazione è ricca di opportunità e occorre scegliere la via giusta, forse la più difficile e scomoda; ciò che si vuole ottenere può svilupparsi e fiorire, per cui bisogna agire senza timori e non tirarsi indietro. Muta in 10- Procedere

 

 

 


Terra – L’Oscura Dea Animale.

Terra è ciò che dà sicurezza e fa andare le cose a buon fine.

Terra è l’ autunno, è il raccolto, è il rito matrimoniale,  è il sacrificio davanti all’Altare dello Spirito che protegge,  assicura la fertilità e il raccolto e  che guarda dalle insidie.

Antichissime tradizioni risalenti al Neolitico narrano di una Scura Dea Animale, o Spirito della Valle, simbolizzata spesso da oggetti di giada.

Lo Spirito della Valle non muore mai. E’ la Scura Dea Animale. La porta della Scura Dea Animale è la radice del Cielo e della Terra. Come un filo infinito essa perdura. Facilmente la puoi invocare. Colui che trova questa madre comprende che è figlio. Quando comprende che è figlio si attacca a lei. Sarà fuori dal pericolo quando il corpo muore.

La Dea ha una lunga e antica linea di simboli, il più ancestrale e archetipico dei quali è  La Madre del Mondo:  quieta e vuota, essa  si muove per immagini e semi per dare sicurezza e rifugio a tutte le creature. E’ la divina, chiaroveggente intuizione della Via della Donna, il principio yin, l’oscura matrice della manifestazione, sia esterna che interna.

Kun/Terra apre, accresce e sviluppa tutte le cose. Essa è il flusso, colei che provvede, dovunque benvenuta, l’apertura che riceve il seme della Forza. Le sue mani sono benedette. Ed essa riceve i morti e contiene ciò che si dissolve.  E’ la Cavalla che vaga sulla terra senza posa.  Essa decompone e fa maturare, governa il libero flusso delle idee, controlla e protegge l’energia centrale.

S . Karcher- Total I Ching

xiwangmu dark goddess

 

 

 


Esagramma 22 – La Bellezza. (Al diavolo il mondo dell’Ego!)

i_ching_22_pi

La bellezza ha riuscita.

In piccolo è propizio imprendere qualche cosa.

 E’ un momento in cui immergersi nelle piccole cose, senza pretesa di incidere sul destino,  e di allontanare le responsabilità, cosa di cui adesso siamo stanchi. Se è un cambiamento quello che stiamo cercando esso non ha abbastanza vigore per prendere forma consistente: ora si ha bisogno  di rilassarsi e ritirarsi in attività diverse dal solito, e dedicarci a esprimere anche ciò che normalmente abbiamo ritenuto inutile o di poco valore.   A volte per andare avanti  dobbiamo ritirarci per riprendere fiato, allontanarci da ciò che ci appesantisce e, talvolta, ossessiona. Abbiamo bisogno di rivedere il valore che stiamo dando alle cose e ci ritiriamo dietro la scena, per avere il tempo di riconvertire in modo  più rispondente le istanze psichiche emergenti. E’ certamente un momento di tranquillità e quiete necessaria e benefica.

La grande immagine dell’ Esagramma è un Nobile che è seduto accanto a un fuoco, sotto una montagna. La sua luce è calda ma non arriva al di là di  chi gli sta davanti.. Il nobile per poter splendere fino alle vette, deve prima illuminare e  vedere chiaramente dentro di sé e poi illuminare gli altri.  Ma internamente la sua forza è dispersa, in movimento, e esternamente può portare avanti solo ciò che in questo momento è facile e non impegnativo. Linee scure e chiare si alternano, colorando di sfumature intuitive e attive il cammino. ‘Avvenenza significa colorazione naturale’ : come le fiamme del fuoco  lampeggiano per  dissolversi,  così si  cerca la via per esprimere quella parte nascosta, che pure esiste e sta cercando nutrimento. Ora si inizia un’attività creativa  connessa con la semplicità, la leggerezza,  la cura di un sé bambino che abbiamo trascurato. E’ tempo di ritrarsi, dopo tanta agitazione: la strada che ti ha condotto fin qui richiede un’utile sosta, in cui indossare sconosciuti begli ornamenti,per il gusto di farlo e senza perseguire nessun subdolo scopo,  e goderti il momento.  Cominciare qualcosa  ora nutre aspetti  finora trascurati e messi in secondo piano. Sono anch’essi importanti, sono connessi all’esigenza  di esprimere un ruolo diverso da quello che assumiamo di solito, e farlo ora  consolida in noi certezze, o dirime dubbi, nel rilassarsi in piacevoli e ‘inutili’ (ma fruttifere) attività.  Non ora e non qui si compie l’ opera finale. E’ il tempo in cui si agisce in base ad un forte emergenza psichica  di allontanarsi da ciò che è troppo insistente per dedicarsi a ciò che è piccolo,  che ora ha bisogno di spazio per riconvertire  la nostra energia. Addolcendo, rilassando, nutrendo, è come tornare bambini, nella semplicità di un gustoso e innocente gioco, senza nessun altro scopo che mostrarsi come si è.

2007bp_billfire

Parole chiave : Coltivare anche il disimpegno e il divertimento e  fare cose inaspettate e nuove. Fare spazio a ciò che non richiede conferme da parte di altri, liberarsi da timori condizionanti; smettere di definirsi attraverso il passato ed esprimere la propria originalità.

Note- Questo esagramma mostra la tranquilla contemplazione…lontana dalle lotte del mondo. E’ il mondo dell’arte. Non è ancora  la vera via della redenzione. (Wilhelm)

‘Al diavolo il mondo dell’Ego! Ascolta la voce del tuo daimonion! Ora ha lui la parola, non tu!’ CG Jung, Letters.(footnotes at H 22)

Esagramma 22, l’Avvenenza.