Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Posts tagged “esagramma 35

Esagramma 35 – Progresso

Fuoco, Li sopra

Terra, Kun sotto

Sulla terra c’è il sole. La terra, ricevendo la luce, ha benefici di ogni  genere.

Sentenza Progresso. Il forte principe viene onorato con una moltitudine di cavalli. In un giorno è ricevuto tre volte.

Progresso significa avanzamento nella luce del giorno. Qui uno non si procura il successo mettendosi in competizione con gli altri, cercando di procacciarsi il favore con l’astuzia e l’aggressività.  Egli viene premiato grazie ai suoi modi umili e alla sua obbedienza verso chi sta in alto. Egli agisce alla luce del giorno, apertamente, e non nasconde secondi fini, perciò gli sono concesse molte possibilità di successo, fino a diventare collaboratore ricercato e apprezzato da chi ha l’autorità nell’impresa.

Immagine Il sole sta sulla terra:il progresso. Il nobile rende splendenti le sue chiare virtù.

Il sole sulla terra provoca attività e movimento, fertilizzandola e arricchendola. Anche  per  progredire in questa impresa bisogna  esporre chiaramente se stessi e le proprie capacità, per provocare negli altri il consenso. Manifestando apertamente agli altri quello che si è e si sa fare, è possibile convincere anche i più reticenti e le situazioni più ferme a svilupparsi e progredire.

Linee

1- Procede, ma viene respinto. Perseveranza reca salute. Non incontrando fiducia si rimanga pacati. Nessun errore.

 Quando ci si trova in una situazione in cui c’è profonda passività, anche se si cerca di farla progredire facendosi avanti e dandosi da fare,  si viene respinti. L’aspirazione e il tentativi sono per ora infruttuosi, bisogna però insistere dedicandosi all’impresa ancora, senza abbandonare avviliti il campo e irritarsi dell’insuccesso. Muta in 21 Morso che spezza

2 – Procede, ma con mestizia. Perseveranza reca salute. Si ottiene poi grande fortuna dalla propria antenata.

Uno agisce per smuovere una difficile opposizione di qualcuno o qualcosa che non recepisce il suo discorso e la sua visione;  c’è amarezza e disagio, ma  per portare la luce dove c’è oscurità bisogna insistere. Poi, grazie  all’intervento di una donna conosciuta nel passato, si supera questo periodo incerto. Muta in 64 – Prima del compimento

3 – Tutti sono d’accordo. Il pentimento svanisce. 

Quando si è impediti nel comunicare e nel chiarire c’è sempre rammarico tra le parti coinvolte.  Invece di ritirarsi nel proprio isolamento e abbandonare,  uno sceglie di agire e abbracciare il chiarimento che l’altro offre. In questa situazione uno può scegliere di ritirarsi unilateralmente, ma ciò causerebbe rimorso. Si decide perciò di cercare un accordo con l’altro, che ha la stessa intenzione e lo stesso scopo. Ciò porta l’impresa a progredire e il rimpianto scompare. Muta in 56 Viandante

4 –Progresso come un criceto. Perseveranza reca pericolo.

C’è progresso, ma è inconcludente e non si sviluppa in pieno: la situazione va avanti a piccoli passi incerti. Se non si ha modo di esprimersi completamente, a causa della propria discontinuità nell’applicarsi all’impresa, il pericolo è continuare a comportarsi così, abituandosi ai piccoli progressi, che alla fine però non risolvono il fondamento della questione. Ciò non è bene.   Muta in 23 Frantumazione

5 Pentimento svanisce. Non prenderti a cuore guadagno o perdita. Imprese  recano salute. Tutto è propizio.

Bisogna lasciar splendere la luce, anche se si è in difficoltà. Lascia da parte  soppesare i pro e i contro in questa impresa; non è importante quello che si perde o si guadagna, quanto fare qualcosa per rendere fertile la situazione. Nonostante siano tante le tristezze e le gioie che si sperimentano in questo momento, alla fine tutto sarà ripagato. Si incontrano possibilità di successo e ciò che si intraprende ha sviluppo. Muta in 12 Ristagno. 

6- Progredire con le corna è lecito soltanto per punire il proprio territorio. Coscienza del pericolo reca salute. Nessuna macchia. Perseveranza reca umiliazione.

  Si usa la forza per far progredire l’impresa, una forza che dovrebbe essere rivolta contro se stessi e non verso gli altri. Il pericolo è imporsi in modo unilaterale all’esterno, quando invece si dovrebbe indirizzare verso se stessi il biasimo. Se si riesce a operare dentro se stessi questo chiarimento, non c’è macchia e il modo di agire è corretto. Tuttavia, una volta capiti i propri errori, continuare a prendersi addosso le colpe per sempre è umiliante e non corretto.   Muta in 16 Fervore