Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Posts tagged “esagramma 58

Esagramma 58 – Serenità

Lago – Tui sopra

Lago – Tui sotto

Il lago è pieno dentro,  fuori  flessibile.  Il lago sotto è la serenità interna, che riguarda la persona; il lago sopra riguarda la serenità verso gli altri. Lago significa discorsi e parole, due laghi significa che i discorsi  si condividono.

Sentenza Il sereno. Riuscita. Propizia è perseveranza.

Serenità significa trovare armonia e piacere nello scambio tra sé e gli altri. Quando c’è gioia e condivisione si superano anche le preoccupazioni e le tristezze più grandi. Nei momenti difficili, l’interazione con gli altri allevia solitudine e isolamento, permettendoci di arricchire la nostra vita e di allontanare le preoccupazioni. Tutti hanno bisogno di profonda sintonia con qualcuno, di trovarsi con altri allo stesso livello di sensibilità: quando ci si trova in queste fortunate condizioni, si persevera per non allontanarsene.

Immagine Laghi che riposano l’uno sull’altro: l’immagine del sereno. Così il nobile si riunisce con i suoi amici per discutere ed esercitarsi.

Due laghi  in comunicazione tra loro si riposano, calmi e tranquilli,  scambiandosi  le loro acque all’esterno, in superficie. Aprendosi allo scambio, il vigore e la forza interiore comunicano con l’esterno, dando agli altri  un contributo utile che ci arricchisce. Dare e ricevere, scambiarsi consigli e informazioni,  fornire serenità attraverso la comunicazione, permette di perfezionare il proprio essere ed è un beneficio per se stessi e per gli altri.  Ci si rivolge a persone affini, con gli stessi interessi e idee, con cui avviare uno scambio e conversazioni costruttive.

Linee di Mutamento

1Serenità appagata. Salute!

Scambi e discorsi che avvengono spontaneamente, senza oscuri fini, senza preferenza. Quando non c’è bisogno di cercare all’esterno ciò che si possiede già, e non si vuole niente dagli altri, anche gli altri sono contenti e ricambiano allo stesso modo sincero. Non avendo interessi personali si è in contatto per puro piacere, svincolati da intenzioni particolari. Questo è il modo giusto di procedere. Muta in 47 Oppressione

2- Serenità verace. Salute! Pentimento svanisce.

Quando si ha integrità interiore non si possono  avere dubbi sulla propria condotta. Anche se ciò implica qualche svantaggio, bisogna perseguire la sincerità nel rapporto con gli altri.  Muta in 17 Seguire

3- Serenità che sopraggiunge. Sciagura!

Qualcosa sopraggiunge dall’esterno, portando una certa piacevole ventata di novità, in realtà non lascerà traccia in termini di nostra evoluzione personale, è solo divertimento destinato a scomparire nel tempo. Muta in 43 Straripamento

4– Serenità ponderata non si acquieta. Eliminati i difetti si ha letizia.

Trovandosi ad interagire con gli altri, ci si trova in posizione difficile per ottenere vera condivisione. Ci sono lati negativi da affrontare e bisogna discernere le cause che impediscono di connettersi con altri. Superati questi ostacoli, alla fine si può restare tranquilli e sereni. Muta in 60- Limiti

 

5- Veracità verso ciò che disgrega è pericolosa.

Quando uno vuole interagire con gli altri, deve prima comprendere se farlo porta beneficio oppure danno. Non bisognerebbe rivolgersi  a chi porta fuori strada trattandolo con sincerità; essa è mal riposta. Muta in 54 La Ragazza che si sposa

6- Serenità seducente.

 Quando uno è privo di una propria autonomia interiore, cerca esternamente di coinvolgere qualcuno inducendolo a interagire. Egli deve esercitare un’attrattiva sugli altri, ed è lui che deve cercare  di stabilire una connessione.  Ci si comporta come uno che  deve ottenere qualcosa dall’esterno e cerca  di stimolare l’altro per ottenerlo.  Alla fine ciò potrebbe essere fastidioso per gli altri e negativo per se stessi. Muta in 10 Procedere

58.6 – Serenità seducente

LVIII Tui 58 Gioia (Legge)

 

 

 


Serenità seducente – Esagramma 58, linea sei.

Tante cose promettono piacere, ma sono di breve durata.

Segui le voci delle lusinghe e delle seduzioni

e sei occupato per sempre. Forse come uno schiavo.

Tony Crisp. linea sei, Esagramma 58 , (il Sereno).

Sei sopra significa:

Serenità seducente.

La vanità interiore richiama i piaceri più superficiali e se ne dovranno soffrire le conseguenze. Se manca la saldezza interiore i piaceri del mondo esterno ai quali non ci si sottrae, agiscono così fortemente che si è trascinati al loro seguito. Qui non si parla più di pericolo, di salute o di sciagura. Si è lasciato andare il timone della vita, e ciò che avverrà di noi dipende dal caso e dagli influssi esterni.

Richard Wilhelm, Esagramma 58 (Il Sereno), linea sei.

the garden of delight- bosch

 Sia Cheng Yi che Zhu Xi interpretano 6 Yin in modo diverso.

Cheng Yi commenta:

Quando altri esagrammi raggiungono l’apogeo dei loro processi, subiscono la trasformazione, ma Dui rappresenta la Gioia, che quando raggiunge il limite cerca di raggiungere una Gioia sempre più grande. Il 6 Yin costituisce il sovrano della Gioia. Rimane all’apogeo della gioia, quindi rappresenta qualcuno la cui gioia è insaziabile. Quindi, sebbene la sua Gioia possa aver già raggiunto un estremo, vuole comunque estrarlo e aumentarlo ulteriormente. Allora, com’è che una cosa del genere non porta a rimpianti e biasimi? Ho appena detto che la sua gioia è insaziabile, ma questo è indipendente dal fatto che ciò che gli dà la gioia sia buono o cattivo [cioè, tale gioia potrebbe non essere necessariamente biasimevole]. Inoltre, al di sotto di Top Yin cavalca la centralità e la correttezza del Quinto Yang, quindi una tale persona non ha i mezzi per esercitare alcuna cattiva inclinazione per la Gioia.

La lettura di Cheng di  sembrerebbe essere: “Questo cerca di estrarre ulteriormente Gioia”.  

D’altra parte, Zhu Xi commenta:

“Il 6 Yin costituisce il dominatore della Gioia, poiché rimane nella posizione più alta della Gioia con il suo carattere yin, attira le due linee yang sotto di essa per trovare la Gioia insieme a loro, ma è incapace di obbligarli ad obbedire, quindi il quinto Yang dovrebbe fare attenzione, tuttavia nulla si dice sulla fortuna o sfortuna di questa linea “.

La lettura di Zhu sembrerebbe essere: “Questo cerca di ottenere gioia attirando gli altri”. Vedi Zhouyi zhezhong, 8: 14b.

Commento di Richard Lynn, 58.6

Commenta Liu I Ming:

58.6 – Gioia Indotta

Uno si delizia in apparenze esteriori,

usando abili parole e un contegno autorevole

sgradito agli altri ma inducendoli a trovare in lui piacere;

fingendo di avere ciò che non ha

fingendo di essere pieno mentre è vuoto

egli non è disposto a pensare ai propri errori e induce anche gli altri a sbagliare.

Alla fine non riesce a rendere gli altri felici e finisce per non piacersi.

Questa è la gioia dei deboli che si occupano di cose esterne.

Liu I Ming – The Taoist IChing tradotto da Thomas Cleary – Shambala 1986

Infine Stephen Karcher fornisce un’ interpretazione positiva, intuendone un potenziale evolutivo:

58.6 :Prolungare l’Apertura. Tirare fuori le parole. Esprimersi. Estendere la gioia e il piacere.

Ancora non brillante. Estendere l’apertura e la possibilità di connessione. Non perdete questa opportunità. Esprimetevi. Mantenete aperte le possibilità. Se semplicemente rinunciate, sarete molto tristi. Potrebbe essere una durevole fonte di gioia e piacere. Direzione: trovate amici supportivi. Raccogliete l’energia per una importante nuova mossa.

S. Karcher – Total IChing

Esagramma 58 – Eva