Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Posts tagged “la preponderanza del grande

Esagramma 28 – La Preponderanza del Grande

Lago, Tui sopra

Vento, Sun sotto

Legno nel Lago, da cui l’immagine di alberi sommersi da acqua. Si tratta di circostanze eccezionali, che non possono durare a lungo e devono rientrare nella normalità: quando è arrivato, dopo un pò l’eccesso deve scorrere via, proprio come un’inondazione non può per sempre coprire gli alberi.

Sentenza

La preponderanza del grande. La trave maestra si piega. Propizio è avere ove recarsi. Riuscita.

I nostri desideri e le nostre aspettative sono eccessive per le possibilità esterne. Poiché la cedevolezza si trova solo all’inizio e alla fine, le basi dell’impresa sono fragili e il suo compimento incerto. E’ di beneficio un cambiamento e rinunciare alla sovrabbondanza di parole e azioni in cui ci si trova. Invece di continuare a inseguire una situazione potenzialmente pericolosa si decide di cambiare strada, ottenendo così riuscita. Si è intemperanti e si vuole più del necessario.

Immagine

Il Lago oltrepassa gli alberi: l’immagine della preponderanza del grande. Così il nobile quando sta solo è libero da crucci e quando deve rinunciare al mondo è intrepido.

Quando l’acqua raggiunge le cime degli alberi, gli alberi  restano saldi al suolo ma non possono resistere per sempre in questa sovrabbondanza. L’acqua in eccesso deve perciò  ritirarsi; così noi dobbiamo ugualmente ritirarci da ciò che è fuori misura. L’eccesso è negativo, dato che la normalità viene alterata. Quando c’è sovrabbondanza di parole, di responsabilità, di impegni, si deve rinunciare al troppo e non compiere più ulteriori opere all’esterno, coltivando solo il necessario, che già si possiede. Liberarsi dunque dai discorsi o dalle azioni intemperanti e eccessive,  anche se  hanno una certa attrattiva. Si può tranquillamente rinunciare ad agire, senza preoccuparsi troppo.

Linee

1-  Poggiare su stuoia di canna bianca. Nessuna macchia.

Quando un’impresa ha basi fragili e deboli, può reggere solo cose a loro volta leggere e deboli. Se qualcuno di per sé è incapace di strafare, si limita giustamente a ciò che può fare nelle sue modeste condizioni. Non cercando di addossarsi altri pesi, non c’è nessun danno. Muta in 43 Straripamento (43.1 Nell’andare senza essere all’altezza del compito si commette un errore.)

2- Un pioppo secco getta germoglio di radice. Un uomo anziano prende una moglie giovane. Tutto è propizio.

Per quanto logora e consumata, la situazione può sempre dare frutto. Un uomo vecchio si rinnova affiancando una donna giovane, una cosa improduttiva diventa produttiva attraverso qualcosa di nuovo e fresco in cui riversare le vecchie energie. Mantenendo vivo  ciò che è vecchio, senza volerlo completamente abbandonare ma rinvigorendolo con nuovi stimoli  si può avere una bella e benefica fioritura.  Muta in 31 Stimolazione (31.2 – La stimolazione si manifesta nei polpacci. Sciagura! Indugiare reca salute.)

3- La trave maestra si piega. Sciagura.

Decisi a sobbarcarsi la nuova impresa, si rischia di avere la peggio: impegnarsi oltre il consentito ci porterà solo svantaggi. L’interesse a salvare i propri beni è superficiale e apparente, non si fa nulla per evitare il crollo. Muta in 47 Oppressione (47.3- Ci si lascia assillare da pietre e ci si appoggia su spine e cardi. Si entra in casa e non si vede la propria moglie. Sciagura!)

4- La trave maestra viene sostenuta. Salute. Se vi sono secondi fini è vergognoso.

La situazione eccessiva non può  reggere e tutto sta per crollare; così si intraprendono azioni concrete che sostengano il nostro scopo. Questo è buono. Ma se si ricomincia come prima, badando più a soddisfare le proprie esigenze, volgendosi con avidità verso altro, non si bada più all’impresa ma a secondi fini puramente egoistici. C’è il pericolo di fare più di quanto si dovrebbe. Muta in 48 Pozzo (48.3- L’interno del pozzo viene rivestito di pietra. Nessuna macchia)

5- Un pioppo rinsecchito getta boccioli. Una donna anziana trova marito. Nessuna macchia nessuna lode.

I boccioli che spuntano da un albero secco mostrano  rinvigorimento, ma non sono però germogli di fiori. Una donna anziana che trova un marito più giovane non può avere figli. In entrambi i casi si produce qualcosa che non ha continuità e pienezza e purtroppo non dà vero frutto.  Una situazione che si è spenta ha una ripresa, ma il decadimento non è lontano. Si ritrova una certa concordia con qualcuno, ma di seconda mano, di cui accontentarsi.   Muta in 32 Durata (32.5- Conferire al proprio carattere durata per perseveranza; ciò è salute per una donna, sciagura per un uomo.

6- Bisogna attraversare l’acqua. Essa oltrepassa la testa. Sciagura. Nessuna macchia.

L’eccesso ci ha sommersi e siamo catturati in una situazione asfissiante, che è andata oltre il rimedio. Si è giunti  al punto di rottura, lasciando crescere il pericolo oltre misura e avanzandoci dentro. Nonostante la disgrazia in cui ci  troviamo, alla fine né male né bene, la situazione di base resta invariata.  Muta in 44 Farsi incontro (44.6  Egli si fa incontro con le sue corna. Umiliazione. Nessuna macchia.)