Cercando il senso, cielo e terra si dividono.

Posts tagged “l’ascesa

Esagramma 46 – Ascendere.

Terra sopra

Vento sotto

Il vento è in movimento e non si ferma per ritirarsi nella passività.

Sentenza L’ascendere ha sublime riuscita. Bisogna vedere il grande uomo. Non aver paura!Avviarsi verso il Meridione reca salute.
Si può avanzare solo con la fatica per avere la soddisfazione che cerchiamo. Tirarsi indietro non va bene, è il momento di portare a compimento qualcosa, piano piano e passo dopo passo. Ciò ci porterà ad incontrare il grande uomo, una fidata presenza e autorità con cui risolvere la nostra impresa. La situazione stressante da affrontare non deve far paura; va’ incontro serenamente, senza impeti, a ciò che temi e avrai successo. Affrontare questa prova fa maturare buoni risultati. Non aver paura ed essere ansioso se il peso dell’impegno è grande: verso sud, la direzione che temi, c’è ricchezza e nuove cose che nascono. Andando in questa direzione ci sarà grande riconoscimento.

Immagine- In mezzo alla terra cresce il legno: l’immagine dell’ascendere. Così il nobile, pieno di dedizione accumula piccole cose fino a creare elevatezza e grandezza.
Come una radice si fa strada per diventare pianta adulta, solo con il tempo e la pazienza si può ottenere ciò che ci sta a cuore. Bisogna agire e non ritirarsi nella passività. Così, piano piano, a poco a poco, la situazione si arricchisce fino a diventare piena di soddisfazioni; alla fine del lungo processo il nostro valore sarà riconosciuto, la nostra opera sarà rinomata e le nostre aspirazioni sono soddisfatte.

Linee

1- Ascendere che incontra fiducia reca grande salute.

Innalzarsi verso la realizzazione è faticoso, ma le nostre speranze in quest’impresa sono condivise da altri. Insieme c’è più forza e successo. Muta in 11 Pace

2- Se si è veraci è propizio anche offrire un piccolo sacrificio. Nessuna macchia.

Se vogliamo realizzare le nostre aspirazioni  occorre  rinunciare a un qualche beneficio e fare un piccolo sacrificio. Così non si compiono errori.  Muta in 15 Modestia

3- Ascendendo si penetra in una città deserta.

Si va avanti nonostante la fatica, ma non c’è niente da raccogliere. Non si trova rispondenza da altri. Muta in 7 Esercito

4- Il re lo presenta al monte Chi. Salute. Nessuna macchia.  Anche se  privi di forze e senza grandi mezzi, è bene continuare a sperare nella meta finale. Quello che conta è l’aspirazione, dettata da sentimenti puliti. In questo momento non si ottengono grandi risultati, ma questo passaggio determina uno sviluppo.  Muta in 32 Durata

5- Perseveranza reca salute. Si ascende per gradi. Debolezza ma anche tanta determinazione sono le caratteristiche di chi  conquista il risultato finale passo per passo; il tempo del compimento di ciò che ci sta a cuore è lontano a venire, ma ciò non ci spaventa. Come quando si sale una scala e ogni gradino porta un po’ più in alto, bisogna salire alla vetta esperienza dopo esperienza, mentre il cammino si chiarisce a poco a poco davanti a noi.    Muta in 48 Pozzo

6- Ascendere nel buio. Propizio è essere incessantemente perseveranti. Si ascende alla cieca, senza guida, senza luce.  Andare da questa parte è come mettersi in una situazione incerta di cui con conosciamo i contorni.
La crescita di una radice e l’aspirazione a compiere l’impresa anche in questa situazione non devono fermarsi: giorno e notte, senza sosta, bisogna dedicarsi allo scopo.
Muta in 18 Emendamento delle cose guaste